C'erano sia il trucco che l'inganno nell'assalto della ventenne Mariah Yeater a Justin Bieber. La paternità? Inventata! E così Biber non solo si rilassa ma anche vede tornare il sorriso sul volto della fidanzata Selena Gomez. Il cantante e attore è sempre stato sereno ma le pressioni mediatiche erano forte: ecco perché quando la ragazza che lo accusava di essere il padre di suo figlio ha ritirato la querela il cielo è tornato azzurro per lui.

Fin dall'inizio l'artista canadese aveva negato il riconoscimento. La Yeater lo accusava di rapporti sessuali senza profilattico avuti il 25 ottobre 2010 in un bagno dello Staples Center dopo un concerto a Los Angeles. La ragazza sosteneva che il piccolo Tristyn, nato lo scorso 6 luglio, era figlio di Bieber. I legali del cantante hanno da subito sostenuto che la storia era inventata al punto da accettare la prova del dna. Non ce ne è stato bisogno. Ma ora la Yeather rischia una querela per diffamazione.