di Camilla Sernagiotto

Non c’è diva che si possa definire tale senza un paparazzo nei paraggi e, viceversa, non c’è fotografo gossip che possa autoproclamarsi con questo nome se il suo obiettivo non è quello di avere il V.I.P.... nell’obiettivo!

Ci sono infatti professioni legate indissolubilmente, talmente funzionali l’una all’altra che la mancanza di una determinerebbe l’estinzione anche dell’altra.

E nella giungla di Hollywood tutto rischia di estinguersi, dalla morale al pudore; tutto, tranne l’eterno amore & odio tra Star e paparazzo.

Perché ogni mattina a Hollywood un’attrice si sveglia e sa che dovrà correre più veloce dei fotografi che l’aspettano appostati dietro alla siepe, così come loro dovranno far andare le gambe per non farsi scappare la loro preda.

Che tu sia Star o paparazzo, non importa: l’importante è che incominci a procurarti una guardia del corpo

Non sono solo i V.I.P. ad averne bisogno, anzi: sono più i fotografi che finiscono al Pronto Soccorso per percosse che le casalinghe ricoverate per incidenti domestici.

Quelli che devono stare davvero attenti e guardarsi non solo le spalle, ma anche il setto nasale e le rotule, sono quelli che da anni tormentano a suon di flash le dive più in voga del momento.

Le ultimissime vittime di questa lunga lista nera sono tante e agguerrite, tanto da essere pronte a trascinare in tribunale quei paparazzi che stanno diventando veri e propri stalker.
Pedinamenti, inseguimenti in macchina, appostamenti fuori dalla finestra… ecco il quadretto desolante che è diventato il ritratto della vita di nomi sacri del gossip come Pippa Middleton e Charlotte Casiraghi, esasperate dalle continue attenzioni morbose che la stampa rivolge alla loro privacy.

Ma oltre a loro, sono tantissime le Very Important donzelle che non amano essere al centro dell’attenzione: se questo non è il caso di Paris Hilton, che prima di uscire fa un giro di telefonate ai suoi paparazzi del cuore pur di essere sempre sulla cresta del pettegolezzo, è il caso di stelle che preferiscono brillare nella riservatezza come Miley Cyrus e Selena Gomez.

C’è poi chi non dorme la notte all’idea dei fotografi che le circondano la casa come Lady Gaga, che addirittura è ossessionata dall’idea di morire come Lady Diana (il cui incidente fatale fu causato proprio dai paparazzi).

Vita dura invece per quel photographer che si ritrova faccia a faccia con quella panterona nera di Naomi Campbell: la Top Model è celebre per i suoi artigli affilati…

Ci sono poi rari casi in cui qualcuno prova addirittura nostalgia per gli scatti rubati: è il caso di Elisabetta Canalis, una delle dive più perseguitate dai flash fino a quando era la Signora Clooney e caduta nell’oblio (o quasi) una volta tornata la nostra ex velina.

Può sempre darsi all’Induismo e convincersi che sia meglio così, visto che secondo questa religione le foto possono rubarti l’anima.

Se così fosse, Hollywood avrebbe perso le sue già da tempo.

Ma è più probabile che le abbia vendute al diavolo…