di Andrea Bassi

Si chiamano Fan Fiction e il termine indica quelle migliaia di appassionati, sparsi ovunque nel mondo, che gioca a ri-raccontare le storie dei propri personaggi preferiti, tratti dal mondo del cinema e della tv. Il fenomeno, che in passato si riferiva soprattutto a popolari personaggi della letteratura seriale come Sherlock Holmes o James Bond, si è poi diffuso negli anni Settanta con la serie Star Trek ed è esploso definitivamente con l’avvento di Internet, fino a diventare materia di studi e corsi universitari.

Attorno a Star Wars si sviluppa da anni un culto vero e proprio (che sconfina anche in fenomeni para religiosi ) capace di alimentare prodotti che a un primo sguardo sono difficilmente distinguibili da quelli professionali (Troops, di Kevin Rubio, 1998 – parodia delle truppe imperiali di pattuglia su Tatooine, il pianeta natale di Luke Skywalker).

Lucas in love, di Joe Nussbaum (1999) è forse il più fortunato e ironico di questi prodotti. Parodia che mescola Shakespeare in Love e Star Wars, la trama racconta del futuro regista, ancora studente di cinematografia, in preda al blocco creativo mentre tenta di scrivere il suo saggio finale, annaspando attorno alla poco promettente storia di un contadino spaziale in lotta contro una terribile carestia di grano cosmico. In realtà gli basterebbe raccogliere le tante suggestioni che gli stanno intorno: il suo fattissimo compagno di stanza lo incita a sentire questa “gigantesca forza, un campo energetico prodotto da tutti gli esseri viventi.” Il minaccioso vicino di stanza, che veste di nero e soffre d’asma, afferma: “la mia sceneggiatura è completa. Presto sarò il dominatore dell’universo dell’intrattenimento!”  Poi Lucas corre a lezione e saluta di sfuggita un amico sbruffone, che si vanta della velocità della sua macchina truccata, mentre il suo enorme compagno dai capelli lunghi grugnisce dopo aver battuto la testa contro il cofano.  Il suo professore, un piccolo uomo che beve in una tazza a forma di pipa, parla per incomprensibili e lapidarie sentenze che non riescono a illuminare lo studente. La svolta arriva solo quando il giovane Lucas incontra la ragazza dalla strana acconciatura, leader di una ribellione studentesca, e si innamora perdutamente di lei. La scintilla mette finalmente in moto la creatività ma, nel finale, la relazione si rivelerà impossibile.