Negli Usa il traffico produce il 45 per cento dell'inquinamento mondiale. Nel Regno Unito lo spreco di tempo negli ingorghi costa 20 mliardi di sterline l'anno. A Stoccolma hanno fatto una grande rivoluzione: meno traffico e un habitat migliore. C'è una piccola quota sul traffico che viene addebitata tramite una serie di telecamere che fotografano la targa anteriore e posteriore di tutte le auto che varcano la zona proibita. La lettura ottica delle targhe, fondamentale per la riscossione della quota aria pulita, è stata possibile grazie alla collaborazione di Ibm. Il traffico non si congestiona, è snello e ridotto. Traffico diminuito del 22 per cento e qualità migliorata del 14 per cento. E ora tutto il mondo guarda Stoccolma come un esempio. E non si parla di futuro ma di presente.