Se da piccole impazzivate per Gira la Moda e, crescendo, avete continuato a sognare un lavoro alla Il diavolo veste Prada (senza però aver mai fatto uno stage nella redazione di un magazine di moda), ecco il sito che fa per voi: Polyvore.com.

Se sui più blasonati giornali fashion sono gli editor a scegliere gli accostamenti della stagione, qui tocca a voi scegliere qual è l'accessorio più trendy del momento, il colore immancabile nel guardaroba autunno-inverno, il brand più originale dell'estate.
Polyvore mette a disposizione uno strumento di "clip" che permette di selezionare qualsiasi oggetto (non solo vestiti, ma anche accessori, scarpe, prodotti per la bellezza) sui siti delle case produttrici o su quelli di e-commerce. In pochi passi potrete creare il vostro set e condividerlo con la community di utenti che, attraverso il voto o specifici concorsi (del tipo: "Estate a Venezia"), decide quali sono i trend più hot del momento. Si può anche scritturare una celebrità, giocando così a fare la "copertina" con i migliori testimonial in circolazione: si vedano questi set ispirati a Emma Watson o alla protagonista di Gossip Girl Blake Lively.

Lanciato nel 2007 da tre ex dipendenti di Yahoo!, Polyvore non si è rivelato la classica moda passeggera 2.0. In questi due anni è riuscito ad aggregare quasi un milione di iscritti (molti dei quali si dichiarano "Polyvore-dipendenti") e con le sue 800mila visite quotidiane ormai supera realtà ben più affermate, come Style.com (il portale di Vogue) e InStyle.com (il femminile di Time Inc.). E le grandi case di moda hanno iniziato a tenere d'occhio il fenomeno, come spiega il New York Times. Il motivo? Polyvore offre una fotografia in real-time dei trend del momento. E poi, con il suo mix di intrattenimento e web 2.0, rende gli utenti molto più affezzionati al brand e propensi all'acquisto.

GUARDA LA FOTOGALLERY