Guarda la fotogallery

Il mitico Dottor Frank-N-Furter  suggeriva di "Non giudicare un libro dalla copertina".
Ma nonostante il suo indiscutibile carisma, è difficile dare retta al dolce travestito di Rocky Horror Picture Show, se si guarda la sontuosa carrellata di cover selezionata dal sito webdesignerdepot.

Tra il prigioniero vietnamita che campeggia su Life nel novembre del 1965 a Demi Moore nuda con il pancione sul numero di agosto del 1981 di Vanity Fair, sotto i nostri occhi scorre la Storia raccontata attraverso le cover più discusse nella storia del giornalismo americano.

La copertina diventa quindi una sinnedoche, una pagina per sintetizzare il mondo, un caleidoscopio di metafore iperboliche, titoli gridati, foto scioccanti, il tutto spesso e volentieri all'insegna della regola delle tre Esse (Sesso, Soldi, Sangue).
D'altronde, come dice Bogart:  "è la stampa bellezza, e tu non ci puoi fare niente". Almeno per ora. 



Il sito ufficiale di  webdesignerdepot