di Lorenzo Longhi

It’s Saturday night, it’s raining, it’s Liverpool, and it’s perfect”:
così sabato notte, alla Echo Arena di Liverpool, Morrissey
aveva iniziato il suo concerto.
Perfetto? Non proprio: il tempo di una canzone, le prime note della seconda, poi ecco una bottiglietta di plastica scagliata dal pubblico colpirlo alla testa. Episodio riprovevole, nulla di grave, ma per il rocker inglese è stato sufficiente: “Goodbye”, la sua unica parola, e l’abbandono immediato del palco. Concerto chiuso dopo quattro minuti e spiccioli, niente da fare per gli ottomila fan presenti, Morrissey non ne ha voluto più sapere.

Del resto, l’ex leader degli Smiths non è il primo ad avere problemi con il pubblico. Difficile dimenticare gli insulti di Zucchero durante un concerto per soli vip a Porto Cervo, nell’estate 2007: l’artista reggiano se la prese, in principio, con una donna che stava scrivendo un sms nel pieno del concerto.
Volarono parole poco urbane e bottiglie, poi tornò la calma, mentre Sugar continuava il suo sfogo: “Non sono qui per voi, ma per i soldi che mi danno”. Poche settimane prima era stato il pianista americano Keith Jarrett  ad inveire nei confronti del pubblico di Umbria Jazz, a Perugia, infastidito da flash e videocamere durante il concerto. Concerto che, per inciso, non concluse, abbandonando poco prima dei bis.

E se la storia musicale italiana ricorda di un Gino Paoli che, una quarantina di anni fa, gridò al pubblico della Bussola di Viareggio un “borghesi di m…”, va detto che anche gli “artisti” del calcio non sono immuni da certi dissapori. il colpo di kung-fu di Eric Cantona verso uno spettatore, dopo l’espulsione durante un Crystal Palace-Manchester United, nel 1995, è entrato nella leggenda, ma più recentemente anche Zlatan Ibrahimovic non si è fatto pregare, rivolgendosi ai tifosi nerazzurri, dopo una rete in Inter-Lazio con un gesto abbastanza inequivocabile.

Dura la vita, per chi è al centro dell’attenzione. In Sogni d’Oro, il saluto dello sconfitto Nanni Moretti-Michele Apicella nei confronti del pubblico diventa un improbabile tormentone.
Ed è lo stesso apprezzamento che, dal 1978, gli Skiantos di Freak Antoni regalano ai propri fan in ogni concerto, creando il delirio: "pubblico di m...", cantano, in "Largo all'avanguardia".
Difficile che Morrissey conosca gli Skiantos, ma questa volta non potrebbe dar loro torto.

La Bottigleitta su Morrissey




Zucchero a Porto Cervo (agosto 2007)

Keith Jarrett a Umbria Jazz

Ibrahimovic in Inter-Lazio 2009

Nanni Moretti in Sogni d'oro


Skiantos in Largo all'Avanguardia

Eric Cantona in Crystal Palace-Manchester United 1995