di Floriana Ferrando

Justin Halpern non si aspettava che le perle di saggezza del padre potessero riscuotere un tale successo. Eppure eccolo con in mano un contratto con la casa editrice HarperCollins per la pubblicazione di un libro che racconterà le gesta quotidiane di suo padre, e un assegno firmato dall’emittente televisiva Cbs che ha acquistato i diritti di “shit my dad says”, l’account Twitter che il giovane aggiorna quotidianamente con le “chicche” del padre.

Il padre di Justin è un arzillo settantatreenne che contesta il modo di vivere del figlio e dei suoi coetanei attraverso simpatici aforismi che il giovane da qualche mese posta su Twitter. Pensava di strappare qualche risata agli amici, invece le massime del padre hanno velocemente conquistato il popolo della rete: sono 700 mila le persone che lo seguono quotidianamente. Tutto questo si tradurrà in una sit-com prodotta dai creatori di Will & Grace e scritta da Patrick Schumacker in collaborazione con lo stesso Justin. Un vero salto di qualità che il padre, con il solito scetticismo, ha così commentato: “A volte la vita ti lancia sul comò un biglietto da cento dollari. Solo troppo tardi capisci che lo ha fatto per fregarti”.

La corsa del più famoso sito di microblogging è inarrestabile. Presto gli utenti saranno in grado di interagire con micro-commenti anche mentre guardano un programma alla tv. Twitter sta infatti siglando un accordo con Orange che vuole integrare il servizio nella propria offerta di telefonia mobile e televisione. La società, che è di proprietà del gigante della telecomunicazioni France Telecom, gestisce i servizi televisivi in molti paesi e dichiara che il nuovo progetto prenderà il via dal Regno Unito, raggiungendo nel tempo nuovi mercati europei. Per i fan di Twitter che per ora inviano e ricevono tweet solamente via web, è una straordinaria novità che avrà certamente grandissimo seguito.

I vip su Facebook e Twitter: guarda la fotogallery