di Lorenzo Longhi

Happy Christmas? Hippie Christmas, casomai: da qualche settimana, in occasione delle festività natalizie, la zona di Carnaby Street a Londra , una delle più frequentate dai turisti di tutto il mondo, è stata agghindata con decorazioni che riportano al movimento culturale forse più famoso del secolo scorso
"Love", "Peace", "Joy" e "Hope", le chiavi di lettura hippie, sono infatti le parole che si possono leggere su una dozzina di enormi e pacchianissime decorazioni gonfiabili sospese sulle teste dei passanti nelle dodici vie di Carnaby Street, alternate ad altrettanto enormi renne rosa - ed è proprio il rosa la tinta che caratterizza la zona in questi giorni - e ad alberi di Natale dei colori più improbabili.

Le decorazioni utilizzate per il Natale 2009 di Carnaby, realizzate da Paul Dart, sono in realtà il primo allestimento dei tanti che Londra si prepara ad ospitare per celebrare, nel 2010, un lungo amarcord degli Anni '60, pronti ormai al mezzo secolo di vita nella memoria collettiva. Dunque messaggi di amore, pace, gioia e speranza; arcobaleni, fiori, stelle e colori rigorosamente pastello per una celebrazione che porta alla mente più la celeberrima Summer of Love (il che è un po' paradossale, considerando che ieri dal grigio cielo londinese cui sono anche scesi i primi leggeri fiocchi di neve
che il Natale tradizionale. Ma per gli Anni '60 e il loro cinquantenario imminente, questo ed altro.