Da un po' di tempo si sente sempre più parlare di "vintage". Un termine che spesso viene confuso con quello più banale di "usato", senza tener conto che questa nuova moda ha progressivamente invaso un po' tutti i campi: dal cinema al design, dai libri alla serie tv, dai libri ai gadget.

Si citano gli anni Sessanta, ci si ispira ai Settanta, si rimpiangono persino gli anni Ottanta. Non a caso soltanto nelle ultime stagione molte serie tv d'oltreoceano (ma anche nostrane come Romanzo Criminale) sono tutte ambientate in un passato più o meno lontano. Tra queste Mad Man è forse la più famosa (si è anche aggiudicata il Golden Globe 2010 come miglior serie drammatica). La storia di Mad Men, ideata dall'autore e produttore de I Soprano Matthew Weiner, è ambientata nella New York degli anni '60: gli anni del boom economico, del capitalismo trionfante e dunque del nascente consumismo, quando la pubblicità è nella sua età dell'oro. I protagonisti sono proprio i Mad Men, i creativi di Madison Avenue a New York, il centro nevralgico della pubblicità dell'epoca. Tanto vintage anche in Life on Mars, sia nelle serie inglese della BBC del 2006 che nel remake americano prodotto dalla Abc. Anche la quarta stagione di Brothers & Sisters avrà un appendice molto vintage con un doppio episodio speciale, con flashback ambientati negli anni '70 e negli anni '80. Gli anni 80 sono invece il palcoscenico retrò di Sex and the city 2. Il nuovo episodio cinematografico non ci parlerà soltanto di come sono andate a finire le cose tra Carrie e Mr Big ma ci porterà nel passato delle sue amiche Samantha, Charlotte e Miranda.

Spostandoci al mondo web si potrebbe passare giorni interi alla ricerca di siti blog, video legati al mondo vintage. Dove si può trovare veramente di tutto è naturalmente Youtube Qui ci sono interi canali dedicati alle sigle tv, ai cantanti di ogni epoca e nazione, alla pubblicità di ogni tempo. Un altro sito interessante si chiama Vintage AD Browser, un archivio vastissimo con più di 100.000 pubblicità. Vintage Pin Up, è invece un sito specializzato in calendari e riproduzioni a olio o a pastello di pin up che hanno fatto la storia e attraversato vari decenni. Dal 1930 al 1950, le immagini raccontano la simpatia, la seduzione e l'allegria di quei corpi tutte curve. Molto ricchi e pieni di curiosità anche tanti siti italiani: da Anima mia a pagine70. Per interessi particolari verso le serie televisive di genere fantastico, brivido, mistero, azione dal 1949 al 1979 si può visitate Iconoscope.

Ma il vintage non è soltanto un fenomeno mediatico ma piace tante anche alle star di tutto il mondo che adorano indossare capi non proprio recenti, ma che possono diventare degli evergreen, che sono sempre di tendenza. Sono moltissimi tra i vip quelli che non esitano a scegliere look che provengono dal passato. Sienna Miller ha raccontato che metà del suo guardaroba è formato da pezzi d'annata. Reese Witherspoon ha indossato al festival del Cinema di Roma 2009 un vecchio Chanel fino ad arrivare a Jennifer Lopez, Renèe Zellweger e Maggie Gyllenhall che per ogni evento importante scelgono rigorosamente vestiti usati. E fu memorabile Julia Roberts che per una serata speciale come quella degli Oscar del 2001 indossò un Valentino datato, nero con profili bianchi, che le portò fortuna e le fece anche vincere l'ambita statuetta.

GUARDA ANCHE:

I dieci insostituibili supporti vintage