di Francesco Chignola

Uno dei classici più conosciuti della storia della letteratura inglese è senza dubbio Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen: nei suoi quasi 200 anni di vita, la storia d'amore tra Elizabeth e il signor Darcy ha saputo conquistare generazioni e generazioni di lettori e lettrici, così come le alterne vicende delle sorelle Bennet. Ma cosa sarebbe successo se nell'Inghilterra di quegli anni ci fosse stata un'epidemia di morti viventi?

Quella che sembra una domanda sciocca, degna di una sbronza tra amici o al massimo di un esperimento letterario un po' nerd, si è rivelata in realtà una delle più azzeccate trovate editoriali degli ultimi anni. Perché il libro di Jane Austen è di pubblico dominio: ciascuno ne può fare quello che desidera. Ripubblicarlo, modificarlo, scaricarlo, condividerlo, riadattarlo. E persino inserire degli zombi al suo interno. Così, per vedere l'effetto che fa. L'editrice Quirk Books di Philadelphia ha quindi pubblicato nell'aprile 2009 Orgoglio e Pregiudizio e Zombie, scritto da Seth Grahame-Smith (e da Jane Austen, ovviamente), di cui esiste anche un'edizione italiana a cura dell'editrice Nord uscita lo scorso ottobre.

Un libro che segue la trama del classico della Austen, con una differenza: è ambientato in un mondo parallelo in cui l'Inghilterra degli anni della "reggenza", all'inizio dell'800, è minata dalla minaccia dei morti viventi. E dove, mentre la signora Bennet cerca di piazzare le sue figlie con i mariti più adeguati, il signor Bennett le istruisce nelle arti marziali perché possano difendersi dagli zombi. Un'idea così bizzarra non poteva che suscitare l'interesse del web: il libro era già celebre settimane prima dell'uscita, spinto immediatamente dalla spassosa copertina che "zombifica" un celebre ritratto di William Beechey, e si è trasformato in un tale caso da far nascere una vera mania: i libri-mashup.

Infatti, mentre i produttori cinematografici si litigavano i diritti del libro già da due mesi prima che uscisse, la Quirk Books ha scelto di cavalcare l'onda dell'interesse suscitato dal libro, finito nel giro di pochi giorni al terzo posto della classifica dei bestseller del New York Times ed esaltato da siti come Entertainment Weekly e The A.V. Club. Come? Miscelando un altro classico di Jane Austen con elementi della letteratura di genere. Questa volta è toccato a Ragione e Sentimento, divenuto per l'occasione Ragione e sentimento e Mostri Marini, di Ben H. Winters: è uscito negli USA nel settembre del 2009. E il 23 marzo 2010 uscirà anche un "prequel" di Orgoglio e Pregiudizio e Zombi intitolato Dawn of the Dreadfuls.

La prossima vera avventura è però l'approccio con la letteratura russa: qualche settimana fa la Quirk ha infatti annunciato l'uscita per giugno 2010 di Android Karenina, scritto ancora da Ben Winters. Inutile specificare quale sia il testo di partenza, basti sapere che la descrizione sul sito ufficiale recita: "un'edizione potenziata della classica storia d'amore ambientata in uno strano mondo di robot, cyborg e viaggi interplanetari". E non pensate che sia soltanto una moda passeggera: i diritti cinematografici sono stati acquistati già dall'aprile 2009 dalla Lionsgate, e Orgoglio e Pregiudizio e Zombi, che sembrava un'idea tanto divertente quanto bislacca, diventerà un film prodotto e interpretato da Natalie Portman.

Il film è previsto per il 2011 e sarà diretto da David O. Russell, già regista di Three Kings, con la Portman nei panni di Liz Bennet. Siamo quindi ancora lontani da un trailer, ma gli utenti di Youtube non si sono fatti attendere: sono molti infatti gli appassionati che hanno provato a immaginare un promo mescolando estratti dal film di Joe Wright con Keira Knightley a classici zombie-movie. Ecco un esempio sopra tutti: