Guarda la FOTOGALLERY

di Concetta Desando

“Che mamma sono? Una mamma coccolosa, un misto tra coccolona e affettuosa. Mi piace guardare i cartoni animati sul letto con mio figlio e svegliarmi la mattina presto e preparare le torte per lui”. Nel descriversi, non accenna per niente alla sua bellezza Irene Negrini. Strano ma vero. Perché lei non è una mamma qualsiasi, ma la più bella del reame. Bellezza mediterranea, un metro e 74 cm di altezza distribuiti su un fisico mozzafiato che non ha nulla da invidiare alle modelle da copertina, amante della musica di Vasco Rossi e dei film di Carlo Verdone, è lei la vincitrice di Miss Mamma 2010, il concorso di bellezza dedicato alle mamme d’Italia, organizzato da Paolo Teti.
“Non ho mica vinto per le mie grazie” taglia corto la osteopata bolognese di 27 anni, sposata da otto e mamma di Edoardo. “La fascia è arrivata per il mio carattere e per la mia testa”.

Cioè? Quali sono le sue armi vincenti?
Ho un carattere fortissimo, sono molto determinata. Ma sono anche molto dolce e sensibile, riesco a capire subito i sentimenti di chi mi sta vicino.

E questo le ha permesso di vincere?
Al concorso ho partecipato perché è stata la mia migliore amica a iscrivermi. Ma, quando ho visto il bando, ho capito subito di avere le caratteristiche giuste: non tutti lo sanno, ma non è una selezione di sole mamme belle. Non avrei vinto se fosse stato così, perché c’erano donne molto più affascinanti di me. Durante le fasi di selezione, c’erano dei convegni, spesso a sfondo medico scientifico, sui quali eravamo chiamate a rispondere a dei questionari ed eravamo giudicate sulle risposte. E poi c’era la prova di abilità, dove contava molto il fattore simpatia.

A quanto pare ha vinto anche quella prova.
Io adoro cucinare, quindi per quella prova ho indossato grembiule e cappello da chef e ho illustrato alcune ricette. Poi, alla fine, ho dato la ricetta della felicità: stare bene con se stessi. Credo che il segreto della vita stia tutto lì: se sei serena crei un circolo positivo che ti gira attorno e riesci ad essere anche una brava mamma. Il mio motto è “la vita sorride se la guardi sorridendo”. È una frase che ripeto spesso e che mi aiuta a rispondere a tutto con un sorriso: anche di fronte all’invidia e alle cattiverie un sorriso può essere disarmante.

Lo dice perché ha conosciuto l’invidia delle sue colleghe candidate al titolo?

Niente affatto. Anzi, erano contentissime per la mia vittoria.

Sta sfatando un mito dei concorsi di bellezza: si dice che dietro le quinte dominano l’invidia e la gelosia.
Io non le ho minimamente avvertite. Anzi, le mie compagne mi hanno sempre incoraggiata e addirittura scommettevano sulla mia vittoria. E questa è stata la mia soddisfazione più grande: non è la fascia né il titolo, quanto la stima delle altre mamme.

Qual è la prima cosa che le ha detto suo marito?

Sono rovinato! È stata la prima cosa che ha detto quando mi hanno consegnato la fascia. Ovviamente, in senso ironico; lui ha accettato fin dall’inizio l’idea del concorso.

E suo figlio? È consapevole di avere la mamma più bella d’Italia?
Mio figlio ha otto anni ed è contentissimo. Lui è rimasto a casa durante le selezioni, ma quando ho vinto mi ha detto: “Io lo sapevo! Anche i miei compagni di scuola dicono sempre che ho una mamma bellissima!” È stata una grande emozione, perché è l’ennesima conferma che mio figlio è orgoglioso di me. E questo mi incoraggia e mi dà forza.

Quando l’hanno incoronata, lei ha detto di aver partecipato a Miss Mamma per “dimostrare che si può essere brave mamme anche da giovani e occuparsi della famiglia e del lavoro”. Qual è il suo segreto?
Il segreto è l’amore per le persone che hai a fianco. Credo che oggi ci sia un problema generale nelle famiglie: spesso i figli non si fanno o si fanno tardi, semplicemente per scelte egoistiche. Sia chiaro, non giudico nessuno. Ma credo che se ci aprissimo di più all’amore sarebbe tutto molto più semplice.

Un consiglio per le mamme italiane?

Cercare sempre di realizzarsi come donne e come mamme. Dalla realizzazione personale nasce la serenità e da questa la felicità dei figli.

Durante il concorso ha detto di desiderare un altro figlio. Cicogna in arrivo?
Mi piacerebbe avere una bambina. Magari subito dopo aver concluso la specializzazione in osteopatia. Sarebbe il modo più bello per festeggiare.


Guarda il video della premiazione



Guarda anche:
Son tutte belle le mamme del mondo