GUARDA LA FOTOGALLERY

di Paolo Nizza

E' la risposta a chi ancora crede che non si è mai troppo magre. Indomita e seducente, Ironica sensuale, Simona Sessa dimostra che le donne vere hanno curve e cervello. Scrittrice e maestra di seduzione, blogger e futura mamma, giornalista e fotografa, Simona è l'ambasciatrice di un ritorno alla femminilità, lontano da mode e business.

Cosa ti ha spinto a diventare una pin up?

Bella domanda…A 38 anni (oggi ne ho 41) non è certo normale per una donna in carriera farsi fotografare in lingerie, reggicalze e pose da Pin Up se non si ha uno scopo ben preciso. Il mio era quello di dimostrare che con una taglia 46 ero felice, realizzata, sexy ed orgogliosa delle mie curve. Volevo trasmettere un’ immagine sana e positiva.
Sono stata la prima Pin Up “impegnata” che ha riportato il Pin Up style in Italia semplicemente per combattere anoressia, bulimia e disturbi alimentari.
E oggi ho creato l’associazione culturale Pin Up del 2000 che si batte per una immagine più sana ed in carne della donna contrastandola al diktat della magrezza “taglia 40-42”. Ma la spinta più grande di tutte è stato l’aver sofferto per ben venti anni di bulimia (dai miei 18 ai 38 anni). Ho aiutato tante ragazze e donne a guarire da disturbi alimentari grazie al mio blog Pin Up del 2000, che è anche il nome del mio progetto sociale dalle mille iniziative e sfaccettature.

Perché il Burlesque è cosi di moda?
Il Burlesque oggi è tornato di moda grazie alla sexy Dita Von Teese che ha sdoganato a livello mondiale questa sensuale arte facendola diventare un fenomeno di costume prima ed un business poi. Oggi nascono come funghi scuole di Burlesque, improvvisate insegnanti che pur di speculare insegnano un Burlesque all’acqua di rosa anche a improbabili donne, casalinghe e ragazze che nulla hanno della grazia Doc e femminilità di dive come l’impareggiabile Tempest Storm. Che tristezza!

Accetteresti mai di posare nuda?
Non poserei mai nuda né gratis, né per soldi. La vera sensualità per una donna non è la nudità completa ma il vedo e non vedo: un’arte insegnataci dalle Pin Up che a distanza di 50-60 anni sono ancora sogni erotici per tantissimi maschietti. La vera femminilità è insita nel sano pudore e nella malizia..Non mi considero una mucca da esposizione. Sono una donna d’altri tempi….

Per Fatima Mernissi "la taglia 42 è il burqua dell'occidente". Sei d’accordo?
La condivido pienamente e la sottoscrivo..Penso che per una donna di oggi vivere senza farsi condizionare dalla moda e dai mass media, che impongono canoni di magrezza assoluta, è davvero difficile.
E’ una violenza continua che dobbiamo sopportare per non aderire a questa dittatura dei corpi magri, perfetti e giovani a tutti i costi. La taglia 42 è forse una restrizione ancora più violenta del velo musulmano. E non ce ne rendiamo conto… Spero in un futuro dove le donne vestiranno le donne esaltando i corpi non mutilandoli. Per questo ho creato il brand Femmina Pin Up per donne con le curve. A Primavera i nuovi capi.

Che rapporto hai con il cibo?
Un tempo mi abbuffavo di cibo e lo vomitavo insieme alla mia rabbia e al mio dolore. Oggi lo adoro, mi piace vezzeggiare e viziare il mio corpo con squisitezze di ogni genere. E ho imparato ad amare qualche chilo in più che mi rende formosa, felice e anche più sexy..
Eros e cibo sono legati da un doppio fiocco. Della serie: “Dimmi come mangi e ti dirò come sei a letto..”..

Si può essere sexy e ironiche allo stesso tempo?
Certo che si. Il modello tipico è Bettie Page. Lei era bella e ironica. Anche io non mi prendo mai troppo sul serio ed ironizzo sul mio corpo, sul difetto, sull’imperfezione. Perché questo mi rende umana e vera. E le persone lo avvertono. Ecco perché sono anche tante le donne e le ragazze a seguirmi. La perfezione è noiosa, è innaturale..

Cosa fa impazzire gli uomini?
Ho imparato sul mio corpo e sui miei chili che gli uomini impazziscono per le donne con le curve e con qualche forma in più perché amano la carne intesa come richiamo ancestrale sessuale, adorano il reggicalze, le calze vintage di nylon con la riga dietro, i tacchi a spillo e la lingerie che spunta da uno spacco (come l’elastico del reggiseno). Tra qualche mese uscirò con un libro mix tra un racconto Pin Up e lezioni di seduzione.

E quello che non si deve mai fare?
Andare a cena e non mangiare. E’ una cosa che lo smonta subito. Se una donna  ordina una patata lessa e un’insalata come fa un uomo a pensare che la notte che li attende sarà all’insegna della passione?
Ma se ordina ostriche e le appoggia una ad una con gusto sulla lingua, se beve champagne, mangia con appetito spaghetti ai frutti di mare e chiude con una fetta di torta con panna cosa scatenerà nella mente di chi l’osserva?  La guerra…

Come fai a conciliare le tue tante attività con la maternità?
Bè diventerò mamma tra poco e allora sarà diverso..Sono sicura che riuscirò a fare tutte le cose perché sono molto attiva e non riesco a stare ferma un minuto. Anche ora non ho certo finito di lavorare… Amo troppo ciò che faccio. Ma dopo dedicherò anche tanto tempo al mio bambino.