di Camilla Sernagiotto

Se “occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio” è il rito apotropaico compiuto da Lino Banfi nella vasca da bagno contro la jella, il mantra che le star dovrebbero recitare in loop è “occhiaia, malocchio, prezzemolo e finocchio”…

Il flagello del V.I.P. si concentra infatti tutto intorno alla pupilla: borse che niente hanno a che fare con Luis Vuitton, zampe di galline altamente antiestetiche e appunto occhiaie che fanno da cartina di tornasole delle nottate trascorse in compagnia di Rock ‘n Roll e non solo…

E gli unici spicchi d’aglio che assicurino ai residenti di Hollywood un “vade retro occhiaia” sono gli occhiali da sole: da sempre compagni inseparabili della star birichina, più il modello è grande, più la lente oscurata permette di nascondere le orbite e il loro contorno ai paparazzi in agguato.

Ma spesso non basta: da Lindsay Lohan a Courtney Love, quando l’after hour è all’ordine del giorno (o meglio, della notte!) non ci sono Ray Ban che tengano!

L’unico vero rimedio è il più temuto dal red carpet: per dire addio ad occhiaie e zampe di gallina, basta andare a dormire proprio con loro, con le galline!

Addio party, bye bye DJ set, adios Happy Hour che finiscono all’alba…