GUARDA LA FOTOGALLERY

di Eva Perasso

Si traveste da Smart, da Maggiolino, ma anche da gokart, da autobus e c’è anche chi ne ha fatto una per sostituire la torre del suo Pc, infilandoci schede di rete e processore. La "Batmobile mania" non ha età e negli anni l’auto dell’uomo-pipistrello dei fumetti e dei grandi schermi è stata riprodotta dalla piccola alla grande scala, fino all’ultima grande creazione, una replica perfetta e funzionante della Batmobile del telefilm originale degli anni Sessanta, la berlina dei sogni nera fiammante, condita da ali di pipistrello e pronta a rombare fuori dal garage-caverna di Batman.

Nel telefilm degli anni Sessanta si usò dapprima una Ford Lincoln Futura, peraltro costruita in Italia dalla torinese Ghia, oggi assorbita da Ford, e a seguire una Ford Galaxie. Come nel caso della replica datata 2010, il lavoro di personalizzazione di quest’auto prodotta in Gran Bretagna è massiccio: ci sono antenne dotate di radar, un razzo lanciafiamme, tettuccio in fiberglass e porte che si aprono verso l’alto, l’accensione è un  bottone messo sul cruscotto, mentre un telefono rosso fuoco è a portata di mano per comunicare, come faceva Batman quando riceveva le famose telefonate segrete che lo avvertivano della missione da compiere. Le fiamme e le ali sono rappresentate un po’ ovunque, dai cerchioni in su, e un lavoro di modernizzazione ha dotato la Batmobile di lettore dvd, apertura elettrica delle porte, del tettuccio e del cofano, un sound system con 6 altoparlanti. Il motore è da 350 pollici, va da 0 a 60 km in 5 secondi, fino a un massimo di 145 chilometri orari. Per chi volesse comprarla, si può fare direttamente online, anche se il costo per questo capriccio è proibitivo: circa 142mila euro. Ma da Firebox, il sito inglese famoso per le vendite di souvenir da eterni ragazzi, ricordano che qualcosa si può anche risparmiare, visto che l’assicurazione la cataloga come auto d’epoca.

Dalla berlina a mezzi quasi anfibi, negli anni la Batmobile si è trasformata variando carrozzeria, sembianze e modelli, e scatenando collezionisti e modellisti che si sono dedicati a costruirne delle repliche per poi venderle su eBay. Ma tornando alla storia dei suoi modelli originali, negli anni Sessanta i cambiamenti dell’auto di Batman sono spesso dipesi da motivi di utilità. Per girare molte puntate del telefilm tratto dai fumetti della DC Comics, infatti, la berlina si piegò alle esigenze di risparmio in scena per via dell’uso continuo dell’automobile per le vie di Gotham City. Tutto è cambiato – budget incluso – quando le avventure dell’uomo-pipistrello sono diventate affare da kolossal cinematografico. Nei due film diretti da Tim Burton (Batman e Batman returns) è un’auto sportiva di grossa cilindrata dalla carrozzeria elegante e compatta, si trasforma poi in veicolo sempre più tecnologico e sempre meno fedele a un’auto comune in Batman Forever, viene definita la più brutta della storia in Batman e Robin, diventa un mostro a sei ruote a metà tra una Lamborghini e un armadillo in Batman begins.

Il video della replica in vendita su Firebox