Guarda il meteo del week end

Spazi bianchi infiniti dove praticare lo sci di fondo o trampolini vertiginosi per gli sportivi più audaci, luoghi da favola animati sovente dal fenomeno dell'aurore boreale, città attrezzate per un week end di relax, divertimento e cultura: i paesi scandinavi offrono tutto questo, e sono perciò sempre più meta di vacanza durante il periodo invernale ma non solo.

Oslo ne è una perfetta sintesi: le sei linee della moderna metropolitana collegano rapidamente tutte le zone della capitale norvegese, dal centro alla periferia. Non stupitevi se incontrerete gente con scarponi ai piedi e sci pronti all'uso: alcune fermate portano praticamente "sulle" piste, come ad esempio quella di Holmenkollen, la famosa collina a nordovest di Oslo, dominata dal trampolino simbolo delle Olimpiadi invernali del 1952 e di recente ristrutturato per i Mondiali che si terranno dal 15 febbraio al 3 marzo. Nei boschi che circondano il centro città si trovano più di 2.600 chilometri di piste attrezzate per lo sci di fondo, con un anello di 90 chilometri di piste illuminate anche di notte che creano un'atmosfera da sogno. Volete fare una sosta? A vostra disposizione ci sono ben 44 chalet in legno per una sosta ristoratrice.

Per chi rimane in città immancabile una visita alla Nasjonalgalleriet, la Galleria Nazionale che ospita una delle più famose versioni dell'Urlo di Munch, e all'Aker Brygge, il porto che molti non temono di paragonare al Fisherman's Wharf di San Francisco.

Gli appassionati del fondo non possono lasciarsi scappare l'occasione di posare gli sci sulle piste teatro della migliore prestazione olimpica mai effettuata dalla spedizione italiana. Lillehammer '94: 20 medaglie di cui 7 ori, il più famoso ottenuto nella staffetta 4 x10 km in volata sui padroni di casa, ammutolendo 200,000 presenti tra cui Re Harald.

A Stoccolma lo sci di fondo è praticatissimo presso i molti "anelli" presenti in città e nelle zone periferiche. Su tutti vanno segnalati Lidingo, Endiberg e Falun, dove si terranno i Mondiali del 2015. Sci di fondo e cavalcate nella neve anche a Gardet Heath, nei pressi del parco naturale della città. Nelle soste scaldatevi con la tipica zuppa Tisdagssoppe o rifocillatevi con una fetta della torta di mele Spettkaka, cotta allo spiedo!

Ma la capitale svedese, patria della Divina Greta Garbo, di Alfred Nobel, degli Abba e del tennista Bjorn Borg tra gli altri, offre molto di più: due siti appartenenti al Patrimonio dell’Umanità dell'UNESCO (il Castello di Drottningholm e il cimitero Skogskyrkogarden), il Museo degli Abba e il Museo Skansen, il primo al mondo a cielo aperto.

In Finlandia sono tre le città da visitare assolutamente: Lahti offre anelli per tutti i gusti, e non a caso ha ospitato i Mondiali di sci nordico per sei volte; Tampere (che ha dato i natali ad Anna Falchi) e le sue piste di Himosvuori e Salmentaka; Kuusamo, nella Lapponia finlandese, dove durante una passeggiata tra i 500 chilometri di piste aperte da ottobre a febbraio potreste imbattervi, con un po' di fortuna, nel suggestivo fenomeno dell'aurora boreale.