Guarda la FOTOGALLERY

di Eva Perasso


In Rete la criticano già: la mascella è da cavallo, lo sguardo poco intelligente, le gambe troppo secche rispetto all'originale. Eppure la bambola della quasi-principessa Kate sta facendo parlare tutto il mondo, tanto che già si aspetta la versione in abito da sposa, prevista per il mese prossimo, a nozze fatte.

Kate comunque è in buona compagnia negli scaffali dei grandi negozi di giochi e nelle teche dei collezionisti, perché nella storia recente e meno le donne famose diventate bambola (in plastica, in porcellana, prodotte su larga scala o in pochi numeri) sono tantissime e arrivano da ogni parte del mondo. Sempre nella casa reale inglese, Lady Diana svetta nelle ricerche su eBay in molte versioni differenti ed è molto ambita tra i collezionisti. Non sono da meno first lady di grande calibro e popolarità, come Jacqueline Kennedy, i cui tailleur, cappottini a trapezio e guanti bianchi sono un must da collezionisti. Più recenti, le bambole (ce ne sono in mise elegante, da cerimoniale, ma anche più casual) di Michelle Obama la rendono, talvolta, anche più aggraziata rispetto all'originale.

Che quello dei bambolotti sia un business da cavalcare è ormai chiaro: tutti i produttori di giochi includono nel merchandising anche la bambola del personaggio più amato dei cartoni animati e del mondo dello spettacolo. Proprio qui, a partire dalla Mattel produttrice fortunata della saga di Barbie, si vedono le imitazioni migliori e più fantasiose. Quante star hanno prestato le loro sembianze per diventare Barbie? Impossibile contarle. A New York sono diventate pezzi da museo, i collezionisti le scambiano e raccolgono, e di alcune donne vip si trovano anche decine di versioni. Madonna, Cher, e più recentemente Rihanna, o ancora Britney Spears, hanno avuto la loro commemorazione in scala.

Il successo di vendita vale più di una stella sui pavimenti di Hollywood. Lo sa bene anche la Disney che si prepara al lancio, per il prossimo autunno, di una nuova collezione di bamboline tratte dai suoi musical più fortunati del momento: le Disney Vip Dolls sono le protagoniste di High School Musical o ancora di  Hannah Montana.

E proprio lei, Miley Cyrus, l'attrice- pop star ormai 18enne che recita il ruolo di Hannah, è su tutte le furie per una sua versione di bambola non proprio castigata. Una società americana sta facendo il tutto esaurito su Amazon con la bambola sexy gonfiabile dell'attrice, il cui uso non lascia molto spazio all'immaginazione, visto che già sulla scatola si enfatizza la presenza dei “3 buchi dell'amore”. Miley non è l'unica vip a essere stata riprodotta in versione gonfiabile, ma è solo la più recente della serie capitanata da Pamela Anderson, accompagnata tra le altre da Britney Spears, Beyoncé e Lady Gaga.

Più indietro nel tempo e in versioni più castigate, anche l'Italia ha i suoi pezzi da novanta. Su tutte, una giovane, lentigginosa e pel di carota Rita Pavone, in vendita per corrispondenza a mille lire, o ancora la cantante Mina. Per le popolarità che proprio non resistono senza avere la loro versione personale, si può ricorrere a una società italiana che collabora da molto tempo con Mattel.  Simona Ventura per esempio lo scorso anno ha ordinato alcune copie della sua versione-Barbie da regalare agli amici.