Guarda anche:
Bikini Mania: sfoglia l'album
Ursula Andress: il bikini più sexy della storia


di Barbara Ferrara

Pensare che il successo del bikini fin dai suoi esordi fu ostacolato delle tendenze moraliste dei benpensanti di un tempo sembra pura fantascienza, oggi che neanche un topless scandalizza più nessuno.  A contribuire al suo sdoganamento fu il cinema grazie a dive come Brigitte Bardot, Jane Mansfield, Rita Haywort, Marylin Monroe, Ursula Andress e Sophia Loren che con il loro fascino esplosivo fecero dell’audace due pezzi l’oggetto del desiderio maschile e femminile di intere generazioni. 


A fare il resto arrivarono poi i concorsi di bellezza delle miss, il femminismo e la moda. Il bikini cambiò radicalmente il comune senso del pudore in barba alle nostre morigerate mamme e nonne che lasciavano gran spazio alla fantasia coprendosi ben bene fino all'ombelico con costumi che oggi potremmo definire vintage o alla Fantozzi.

Le dimensioni dei bikini si sono ridotte che più ridotte non si può, e arricchiti da accessori, strass, pietre, lacci, piume e anelli, nelle varianti hard con perizoma modello filo interdentale, sono diventati una vera e propria arma di seduzione femminile.


Se è vero che dalle passerelle i due pezzi si riversarono sulle spiagge è anche vero che oggi le spiagge sono autentiche passerelle soprattutto per star e starlette che vogliono mettere in mostra la propria abbondante mercanzia. Per la gioia dei paparazzi e dell’occhio lungo dei bagnanti e dei vacanzieri fuori stagione, le “prove costume” durano 365 giorni l’anno e nessuna vuol farsi trovare impreparata. Sfoglia l’album e scopri le mise provocanti delle dive.


Il bikini mozzafiato di Ursula Andress: guarda il video su youtube