Leggi l'intervista a Simona Sessa
Pin-up Forever
Tutte le seduzioni del Burlesque: sfoglia l'album

di Barbara Ferrara

La mostra Pin Up del 2000 è dedicata a tutte le donne in carne, floride e sensuali come le ragazze copertina di una volta che con un sol battito di ciglia facevano impazzire tutti gli uomini.

In antitesi rispetto ai rigidi dettami della moda che impongono un modello di donna magra fino all’inverosimile, la giornalista, fotografa , blogger e scrittrice Simona Sessa presenta una mostra fotografica ad alto contenuto erotico e sociale.

Contro i disturbi alimentari che affliggono adolescenti e giovani donne, i messaggi subdoli che passano attraverso la pubblicità e le pagine patinate delle riviste di moda, Simona Sessa ha da tempo intrapreso una battaglia che nasce dalla sua personale esperienza.

Dopo vent’anni a stretto contatto con la morsa della bulimia si è fatta promotrice di un progetto sociale e culturale intitolato Pin Up del 2000. Per un modello di donna felice che realizza se stessa attraverso il piacere di vedersi così com’è, nella natura sensuale di un corpo sinuoso.

In mostra, oltre alle ottanta fotografie di splendide ragazze in lingerie che sfoggiano accattivanti mise e pose in linea con il Pin Up Style promosso da Simona Sessa, dodici opere di Katia Vendola e Domenico Scalisi.

A chiudere l’inaugurazione di venerdì 22 alle 20.30 il Gran Galà Burlesque con Mousit e Vanille Bon Bon. Lo spettacolo che scalderà gli animi degli appassionati del genere e non, è organizzato anch’esso dall’associazione culturale Pin Up del 2000.