di Camilla Sernagiotto

La paura fa 90.

Anzi: 90210, per chi teme di finire nel dimenticatoio dopo un decennio di successo straordinario.

È quello che è capitato ai poveri ex ragazzi protagonisti dal 1990 al 2000 della serie televisiva con cui è cresciuta un’intera generazione: Beverly Hills 90210.

Non basta aver preso parte a qualcosa di davvero cult per vivere di rendita per il resto dei propri giorni, parola dell’intero cast del telefilm, che ha dovuto rimboccarsi le maniche per riuscire a ritagliarsi qualche piccolo ruolo qua e là.

È il caso della bella Jennie Garth alias Kelly Taylor, che ci ha riprovato con il telefilm Le cose che amo di te di cui è stata protagonista ma ha poi deciso di gettare la spugna, tornando tra le braccia di quel numero più fortunato di un biglietto della lotteria vincente: 90210.

La Garth, infatti, è tornata su quel set per il sequel della serie originale, interpretando ancora il mitico ruolo di Kelly Taylor (soltanto un po’ più vecchiotta).
Ma Jennie è l’unica a essere tornata con la coda tra le gambe: tutti gli altri hanno cercato di andare avanti, tra alti e bassi.

Bassissimi nel caso di Jason Priestley aka Brandon Walsh, che nel 1999 è stato vittima di uno spaventoso incidente automobilistico riportando gravi ferite facciali, ma dopo una plastica è tornato a recitare nella serie tv canadese Call Me Fitz.

Non parliamo poi di Ian Ziering alias Steve Sanders, che dopo aver bazzicato innumerevoli set televisivi tra cui quelli di Melrose Place e C.S.I. New York, ha deciso di arrendersi all’evidenza che ormai per lui è finita, almeno sul piccolo schermo.

Stessa fine per Tori Spelling, anche conosciuta come Donna Martin: fortunata in amore (ha appena avuto il terzo figlio) ma sfortunata al gioco, o meglio sul lavoro.
Protagonista della sit-com So NoTORIous basata sulla sua vita, l’attrice si è ritrovata a fare i conti con uno share più basso di quello delle televendite dei materassi…

Senza dubbio è stato più fortunato di lei il suo David Silver, ovvero Brian Austin Green che non solo ha preso parte alla settima stagione di Desperate Housewives nel ruolo del Toy Boy di Bree, ma si è anche sposato con una delle donne più sexy del pianeta: Megan Fox

Indubbiamente meglio di Donna Martin, che tra tutte le bellezze da competizione che si aggiravano sul set di Beverly Hills era l’unica a dover ringraziare solo ed esclusivamente il suo cognome per quel ruolo (era la figlia del produttore Aaron Spelling).

E tra Kathleen Robertson (Clare Arnold), Tiffani-Amber Thiessen (Valerie Malone) e Gabrielle Carteris (Andrea Zuckerman), non si sa davvero a chi sia andata meglio.

Le uniche del cast originale che non si possono certo lamentare sono Shannen Doherty alias Brenda Walsh, che ha continuato a collezionare fama grazie al suo ruolo nella serie televisiva Streghe, e Lindsay Price aka Janet Sosna, che è diventata poi co-protagonista del fortunato serial Lipstick Jungle.

Chi vince l’Oscar per la ex Beverly Hills che ha fatto più successo?

L’unica che degli Oscar se li è portati a casa davvero, ossia Hilary Swank, che si è aggiudicata il riconoscimento come miglior attrice protagonista sia per il film Boys Don't Cry sia per Million Dollar Baby.

E pensare che del suo personaggio Carly Reynolds non si ricorda quasi nessuno…