di Camilla Sernagiotto

Mettiamo una taglia sull’anoressia, sperando di darci finalmente un taglio.

Potrebbe diventare il motto di Dita Von Teese, la diva a cui si deve il merito di aver rilanciato le curve.

La stella più splendente del firmamento Burlesque, infatti, sta portando avanti una sua personalissima crociata contro la magrezza assassina e lo fa a colpi di taglie 44 e pancetta sexy.

E per soddisfare tutte quelle donne che hanno curve generose ma sono costrette a indossare striminziti tanga firmati Victoria’s Secrets, la star più sensuale che ci sia ha lanciato una linea di intimo per signore prosperose…

Si chiama Von Follies ed è una vera e propria collezione di lingerie anti-anoressia fatta di culotte e mutande a vita alta, corpetti voluminosi e baby doll vaporosi che trasformeranno qualsiasi donzella in una pupa da capogiro.

Le modelle scelte dalla Von Teese sono ovviamente Curvy Girl che non sfigurano affatto di fianco alla beltà della loro datrice di lavoro: corpi abbondanti e linee morbide, esattamente come dev’essere la fisionomia della donna vera.

Anche la patron ha deciso di posare con le sue creazioni, talmente belle e sensuali che è un peccato doverle nascondere sotto ai vestiti.

Ma oltre a lei, molti marchi come Jean Paul Gaulier e tante altre V.I.P. si sono convertite alla mutandona sexy e ai corpetti tutt’altro che aderenti: dalle culotte da palco di Rihanna ai reggiseni che spuntano dal decolleté strabordante di Christina Hendricks, finalmente l’immaginario osé dell’uomo sta tornando a popolarsi di indumenti intimi veri.

Quelli che da 150 anni le italiane stendono con fierezza sul balcone.