di Camilla Sernagiotto

Lui è Stephen Wildish, designer e illustratore inglese che, anziché discettare del tempo piovoso in quel di Londra assieme ai commensali dell’ora del , sfrutta tutto il suo tempo per inventare, disegnare, illustrare ed escogitare nuove forme di comunicazione.

Tra le tante che stanno spopolando sul Web, la più amata dagli internauti con il pallino del cinema è senza dubbio la serie dei Film Alphabet: dall’abicì che sfrutta le pellicole degli Anni Cinquanta fino a quello che si serve di Must del cinema del Nuovo Millennio, Wildish diverte e appassiona tutta la rete a colpi di alfabeti per movie-maniaci.

E chi non dovesse accontentarsi di capolavori d’annata, non si perda d’animo: il designer sforna ogni giorno anche divertenti alfabeti creati ad hoc per gli appassionati dell’horror, i cultori di James Bond o del genere sci-fi.

Ma non si tratta certo dell’unica sua trovata geniale, anzi: sempre con un occhio di riguardo puntato verso il grande schermo, Stephen Wildish produce di tutto e di più, dal kit con occhialoni e sopracciglia foltissime da ritagliare per trasformarsi in un perfetto fake di Martin Scorsese ai poster in cui Iron Man affronta una nemica alla pari: Iron Lady, aka Margaret Thatcher.