di Camilla Sernagiotto

Di dolci metà, fan, manager, estetiste, parrucchieri, massaggiatori e Personal Trainer ce ne sono tante, ma di mamma ce n’è una sola.

Ecco quello che pensano i V.I.P.: abituati a cambiare moglie/marito con la frequenza con cui i comuni mortali fanno zapping, l’unico punto fisso che hanno nella galassia dei sentimenti usa e getta che domina il firmamento hollywoodiano è la propria genitrice.

Che la si odi, come nel caso di Eminem, che la si ami, come nel caso di Katherine Heigl (che è inseparabile da mammà), che la si chiami una volta l’anno o che la si vada a trovare un giorno sì e un giorno no, lei rimane sempre la persona più importante nella vita di un figlio.

Lo sanno bene Jennifer Aniston prima e Angelina Jolie dopo, visto che hanno dovuto sempre strappare il bel Brad dalle braccia materne di Jane Etta Pitt, ma anche George Clooney, che per un pelo diventava il genero di una delle suocere più in forma che si possano immaginare, ossia Bruna Canalis…

C’è poi chi considera la propria madre la migliore amica, come nel caso di Eva Longoria, chi la vuole sempre a fianco durante lo shopping come Paris Hilton, chi non sfilerebbe mai e poi mai su un Red Carpet senza di lei come Vanessa Williams e chi la considera un inseparabile portafortuna come Cindy Lauper, che non salirebbe su un palco per tutto l’oro del mondo se tra il pubblico non vedesse mamma Catrine Lauper.

E poi ci sono tanti figli scapestrati e birichini come Pete Doherty, per cui la mamma non è solo un’amica, una spalla su cui piangere, una mano da cui ricevere una carezza assicurata, una consigliera nonché l’unica donna che non ci lascerà mai, ma qualcosa che riunisce e supera tutto questo: un angelo custode.