di Camilla Sernagiotto

Se dici mela la prima cosa che viene in mente non è Adamo ed Eva né la torta della nonna, ma la Apple, così come se dici volpe l’associazione d’idee non ti porta all’uva esopica ma al browser Firefox.

E anche sirena ormai non rievoca più Ulisse e la sua ciurma, bensì la tappa d’obbligo per i caffeinomani a stelle e strisce (e ormai di tutto il mondo): Starbucks, che con la sua sirena verde incoronata nel logo ammalia migliaia di passanti e li invoglia a entrare.

I marchi di fabbrica non solo sono sigilli di garanzia, ma anche gioiellini di design puro che fanno gola a chi si nutre di pane e grafica.

Tra questi onnivori di font e loghi, il sito Stock Logos è uno dei predatori più feroci della catena alimentare: da sempre a caccia di trovate geniali nell’ambito grafico, il Web Site più cliccato dagli addetti ai lavori si è inventato un diagramma evolutivo per ogni brand.

Da Google a Motorola, da Nokia a IBM, Stock Logos ha reso visivamente ogni step dell’evoluzione di ciascun logo, ma non solo: la vera sfida è stata immaginarsi da qui a qualche decade che piega prenderanno questi celeberrimi simboli.

Una svolta sempre più minimal, secondo gli esperti di Stock Logos, che porterà la mela morsicata resa più famosa da Steve Jobs che da Biancaneve ad assomigliare sempre di più a un Pac-Man stilizzato.