di Marco Agustoni

È sulla bocca di tutti: la coppia Vip formata da Katie Holmes e Tom Cruise è in dirittura d'arrivo, proprio in concomitanza con il cinquantesimo compleanno del secondo. Tra le principali cause di questa rottura, i più additano l'appartenenza del divo di Top Gun a Scientology: molti la definiscono una setta, loro preferiscono vedersi come un'associazione religiosa, fatto sta che gli strani comportamenti messi in atto da Tom negli ultimi anni si ricollegano in un modo o nell'altro alla chiesa fondata da Ron Hubbard. Questi era uno scrittore di fantascienza statunitense, la cui vita è cambiata con l'invenzione di Dianetics e Scientology: non a caso, tra spiriti ed entità aliene, buona parte della sua dottrina fa venire in mente un film di fantascienza (anche se viste da fuori la maggior parte delle religioni fanno questo effetto, bisogna concederglielo). Non vogliamo certo stare qui a riassumerne le caratteristiche, perché quel che ci interessa è un altro dato: la vicinanza che si è creata, negli anni, tra Scientology e i divi del cinema e della musica. O, secondo i maligni, tra Scientology e i loro soldi.

Tom Cruise ne è uno degli esponenti più in vista e più chiacchierati, ma la lista dei Vip associati a Scientology è piuttosto lunga, soprattutto negli Stati Uniti: la stessa Katie Holmes, al momento di sposare Cruise, si è convertita. Un divo di Hollywood che ha fatto parlare per la sua vicinanza alle dottrine di Hubbard è John Travolta, che ha addirittura realizzato un film di fantascienza ispirato agli scritti del suo beniamino, Battaglia per la Terra, spesso indicato come uno dei film più brutti mai realizzati. Nel 2009, la scomparsa di suo figlio adolescente Jett, afflitto da una sindrome piuttosto rara, è stata ricollegata alle mancate cure del ragazzo, in osservanza della convinzione scientologista che le malattie siano per lo più psicosomatiche.

Jason Lee, simpatico protagonista di My Name is Earl, è membro di Scientology da anni e forse non è un caso che la guest star di uno degli episodi della serie tv sia la sua consorella Juliette Lewis, attrice e rocker candidata all'Oscar per la sua interpretazione in Cape Fear - Promontorio della paura. E come loro pure i musicisti Beck e Chick Corea, o ancora attori come Kirstie Alley e Giovanni Ribisi. Per non parlare di due "figlie di" come Lisa Marie Presley, rampolla del "Re del Rock" Elvis, e Peaches Geldof, figlia di Bob.

Ma non ci sono solo gli attori in carne e ossa: ci sono anche i personaggi dei cartoni animati. O meglio, i loro doppiatori. Nancy Cartwright, storica voce di Bart nei Simpson, è una convinta scientologista e nel 2007 ha ricevuto un premio per aver donato 10 milioni di dollari alla International Association of Scientologists. E in effetti, dopo quel che ha sborsato, un premio ci sembra il minimo... Stesso discorso valeva per lo scomparso cantante soul Isaac Hayes, che ha prestato a lungo la voce a Chef di South Park. La sua fede fu anzi il motivo della rottura con i creatori dello show, Trey Parker e Matt Stone: in seguito a un episodio che prendeva in giro Scientology e a cui Hayes aveva rifiutato di partecipare, questi aveva domandato che il suo contratto venisse annullato (ma su questo punto non c'è chiarezza, tanto che qualcuno sostiene che la richiesta scritta del cantante sia stata preparata da terzi). Parker e Stone non solo accettarono di liberare Isaac Hayes dal suo impegno, ma si vendicarono facendo morire Chef in un episodio di poco successivo.

La lista di celebrità votate alla causa di Scientology va avanti, ma questi esempi dovrebbero risultare sufficienti. C'è chi ne critica la struttura piramidale e i costosi corsi e seminari proposti ai suoi seguaci. C'è chi lo vede come un sistema per far decollare la propria carriera, anche se per altri è vero proprio il contrario, vedi i recenti exploit cinematografici dello stesso Cruise. Comunque la pensiate, una sola cosa è davvero importante: non fate mai arrabbiare Xenu...