di Camilla Sernagiotto

C’era una volta un libro con protagonista una bambolina in mutandine e maglietta.
Il resto della storia era fatto di vestitini da sera, abiti casual, grembiuli e gonnelline multicolor da ritagliare.

Chi è abbastanza "vecchiotto" per aver visto la fine degli Anni Settanta e tutta la decade degli Eighties non può non ricordarsele: si chiamavano Paper Doll e hanno fatto giocare intere generazioni di bambine con il pallino del fashion e del bricolage.

Ma, ormai si sa, le mode sono destinate a ripetersi e tornare.
L’ultimissima novità in campo di design creativo è infatti la bambolina di carta.
Riciclata: non la carta, ma l’idea.

Diretta discendente degli antenati targati Seventies, la nuova Paper Doll si è adattata perfettamente ai tempi, con un restyling attualissimo e un sito web al posto del libro démodé.
Si chiama Paper Toy ed è un blog francese in cui si possono scegliere e scaricare centinaia di modelli che vanno da Lady Gaga a Slash, dagli Angry Birds a Spongebob fino ad arrivare al Dottor House in persona (anzi: in bambola) e a quella prezzemolina di Hello Kitty.

E per i nostalgici, c’è l’imbarazzo della scelta: dai Gremlins alla De Lorean di Ritorno al futuro, anche la cultura Anni Ottanta è “paperizzabile”.
Basta salvare il modello, stamparlo a colori, ritagliare i bordi segnati e seguire le istruzioni che regolano la fase dell’incollaggio et voilà: il gioco è fatto.

Anzi: il Paper Toy è fatto!