Il concorso di Simona Sessa, imprenditrice e regina delle Pin Up italiane, è ormai diventato un punto di riferimento per le donne curvy italiane che finalmente hanno trovato un originalissimo modo per farsi notare. Miss Pin Up è vietato alle taglie 38, 40 e 42. Open alle taglie 44 fino alla 50. Il messaggio è forte e chiaro: stop alle donne magre e stereotipate. Il concept del concorso, sostenuto dall’associazione Pin Up del 2000, combatte a colpi di curve anoressia, bulimia e disturbi alimentari.

Da tutta Italia sono arrivate in tante, tutte con l’obiettivo di vincere il titolo di Miss Pin Up, Miss Signorina Grandi Forme e Miss Seduzione. Le finaliste sono nove, sette i giurati e tantissimi i presenti ad assistere all’elezione delle Miss.
Tre stupende more le vincitrici: Ilaria Carafa, in arte Bon Bon Cherry, 27 anni, istruttrice sportiva, studentessa di Design della moda è stata eletta Miss Pin Up 2013. Marchigiana Doc per molti incarna perfettamente la figura della Pin Up con viso acqua e sapone e corpo morbido.

Jacqueline, Miss Jacky, la Jessica Rabbit di colore, è stata incoronata Miss signorina Grandi Forme per le sue curve da capogiro. Brasiliana, manager, aprirà presto una scuola di bon ton a Rimini.
Infine sul podio Elena d’Amato è stata eletta Miss Seduzione dagli sponsor Punti di vista, Woman Shop e Femmina Pin Up. 22 anni, taglia 44, è una delle più giovani partecipanti del concorso e rappresenta perfettamente la donna mediterranea.

Le tre splendide more sono state elette durante la kermesse presentata da Simona Sessa, e si tratta di tre Pin Up della sua nota agenzia di Pin Up e ragazze curvy: “Finalmente dopo 5 anni di concorso sono state elette le mie Pin Up. Per anni hanno vinto la corona splendide ragazze della porta accanto che ho scoperto proprio grazie al concorso. Sono proprio soddisfatta. Abbiamo incoronato tre ragazze formose, sexy e molto sensuali. Sono molto felice di poter affermare che il concorso sta avendo sempre più successo e punta sempre più in alto. Ricordo che è stato fortemente voluto da me e dalla mia associazione Pin Up del 2000 che combatte anoressia e bulimia– il commento di Simona.

Nei prossimi giorni si apriranno le iscrizioni per Miss Pin Up 2014: pronta a concorrere? Iscriviti qui.