di Fabrizio Basso

Tra animali mitologici, un hot dog gigante, provocazioni sessuali, un ballerino “pupazzato” a spinello, ieri sera Miley Cyrus nella sua unica data milanese ha fatto impazzire i diecimila del forum di Assago e il suo popolo di lolite. Tante adolescenti hanno invaso gli spazi con un look trasgressivo che le faceva sembrare molto più grandi. Ma non lo erano a giudicare dalla fila di genitori, all’ingresso e all’uscita. E qualcuno anche dentro.

La ex Hanna Montana è salita sul palco puntuale alle 21 ed ha aperto la serata in pailettes, con due labbra enormi sul seno, con “Sms (Bangerz)”: prima dell’apparizione una sua gigantografia che muove gli occhi, poi si aprono le labbra, esce una lingua diabolica, uno scivolo e poi lei. E’ accolta da un boato, sono tutti in piedi e lei urla che "è un festa e bisogna divertirsi". E i suoi “smiler” sono già senza voce.

Il ritmo è serrato, lei cambia abiti, ammicca, in “Love, money, party” eccola a gambe larghe su una macchina, in “Get it right” il palco è occupato da un enorme divano e lei e il corpo di ballo si ritrovano tutti li ad amoreggiare. Ormai siamo al quarto cambio d’abito e col quinto, che arriva su “Can’t be tamed” anche gli scettici devono arrendersi alla magia: sul palco c’è un enorme lupo, occhi luminescenti come quelli della steppa. E gli ultimi scettici cedono su “Adore you”, quando ha una tutina alla Diabolik che lascerebbe vedere anche un brufolo. Sulle guance segni rossi da nativa americana, telecamere a inquadrare il suo pubblico…quello che lei adora.

Rompe gli schemi con una pirotecnica ma intensa “Lucy in the sky with diamond” e poi riparte col suo repertorio, con “Drive”, che è ritmata da decine di raggi laser. La sua voce è sempre più calda, vola oltre i pensieri. E si vola verso un finale tra confetti, fuochi artificiali e palloncini colorati.