Il 17 luglio in prima serata su Sky 3D verrà trasmesso il docufilm Pompei 3D, prodotto da Sky e Ballandi Arts.
Grazie a questa nuova produzione sarà possibile  ‘’visitare’’ lo storico luogo in maniera inedita ed inimmaginabile e il risultato sarà come attraversare una Pompei deserta. A rendere speciale questa visita inedita contribuirà anche la modalità di racconto: infatti lo spettatore sarà guidato attraverso le citazioni, le confessioni e le testimonianze di grandi poeti, musicisti e letterati che hanno visitato gli spazi archeologici o ereditato i racconti della drammatica tragedia e che hanno lasciato per iscritto i loro ricordi alla vista della città perduta per secoli.

Dal punto di vista tecnologico, Sky 3D oltre ad applicare le più evolute tecniche stereoscopiche, punta sull’utilizzo di un drone di ultima generazione che per due giorni di riprese ha sorvolato l’area degli scavi – dal Foro per raggiungere la Basilica, la via dell’Abbondanza e l’ Anfiteatro – per mostrare in esclusiva ai telespettatori di Sky 3D immagini di Pompei a bassa quota da una prospettiva inedita. In particolare, sarà sorvolata l’unica zona degli scavi con i calchi non coperti da teche.

Il viaggio alla scoperta della città distrutta nel suo Annus Horribilis (79 d.C.) si avvale delle citazioni e degli omaggi di Leopardi, Dickens, Dumas, Plinio il giovane, Primo Levi, Wilhelm Jensen, ecc. «C'è anche un commento musicale d'autore, - spiega il regista Gianluigi Attorre - le note del "Flauto magico" di Mozart, che nel secondo viaggio in Italia visitò Pompei e il Tempio d'Iside, ricco di suggestioni massoniche, poi citato nelle scenografie dell'opera, per la prima rappresentazione a Vienna nel 1791». A rendere ancora più personale i racconti e le voci sarà, oltre alla tecnologia «rig», con due telecamere che riprendono le immagini sdoppiate del 3D, anche la steadicam, il sostegno meccanico ammortizzato e indossabile che permette all'operatore di avere le mani libere per controllare la telecamera e, allo stesso tempo, di muoversi liberamente. «Con questo sistema - precisa il regista - lo spettatore potrà visitare gli scavi quasi con gli occhi del viaggiatore di cui ascolta i versi o la prosa».

Sempre il 17 luglio, in contemporanea, Pompei sarà protagonista anche su Sky Arte con un altro documentario, in tradizionale 2D, inserito nella serie Sette Meraviglie d'Italia.
Un appuntamento assolutamente imperdibile per immergersi nella storia di un luogo suggestivo, all'ombra del Vesuvio.