La manifestazione, nata quattro anni fa da un'idea del Gruppo Fotografico Progetto Immagine, giunge alla sua quinta edizione. L’obiettivo è quello di approfondire contenuti di grande rilevanza etica attraverso un ricco programma di mostre di fotoreporter di livello internazionale e l’organizzazione di dibattiti, incontri, workshop, letture portfolio, videoproiezioni e numerosi altri eventi tesi a indagare la relazione che intercorre tra etica, comunicazione e fotografia.

Il Festival, che avrà luogo dal 17 al 19 e dal 24 al 26 ottobre 2014, mette al centro del proprio indagare l’universo femminile e le sue problematiche, promuove la fotografia come strumento di conoscenza e approfondimento con modalità e declinazioni differenti e che, edizione dopo edizione, ha registrato un gradimento crescente e un flusso di visitatori in costante ascesa – i visitatori registrati sono passati da circa 3.000 nel 2010 a quasi 4.500 nel 2013.

Al centro dell’edizione 2014 ci sono le donne, sono infatti loro le protagoniste del percorso espositivo proposto dalla sezione Spazio Tematico: La violenza sulle donne nel mondo, che quest’anno contemplerà ben cinque esposizioni, re¬alizzate da altrettanti fotografi, con l’obiettivo di alzare il sipario su realtà, spesso drammatiche, che coinvolgono molte donne in tutto il mondo. Le mostre previste all’interno di questo Spazio saranno infatti: Jeddah Diary di Olivia Arthur, I Just Want to Dunk di Jan Grarup, Taken di Meeri Koutaniemi, Beautiful Child di Lærke Posselt e In/visible di Ann-Christine Woehrl.

Affiancheranno lo Spazio Tematico, lo Spazio Approfondimento con le esposi¬zioni di Marc Asnin e Krisanne Johnson, lo Spazio ONG, che accoglierà i lavori commissionati da una serie di ONG ad alcuni noti fotoreporter, lo Spazio World.Report Award, riservato ai vincitori dell’ultima edizione World. Report Award | Premio Italiano di Fotogiornalismo, lo Spazio Libri e la sezione espositiva intitolata Lo sguardo dei fotografi italiani sul mondo.

Le mostre saranno allestite in alcune delle sedi più prestigiose della città, mentre le serate e i dibattiti saranno presentati, come ormai consuetudine, presso il Teatro alle Vigne. Il Festival della Fotografia Etica è un evento patrocinato dalla Provincia di Lodi, ed è organizzato dal Gruppo Fotografico Progetto Immagine con il contributo di Regione Lombardia e del Comune di Lodi e il sostegno di numerosi sponsor e me¬dia partner come FPmag, WU magazine, Club Milano, BioEcoGeo Magazine, Il Cittadino e Radio Lodi.

Il festival rientra inoltre da quest’anno nel più ampio progetto sostenuto dalla Fondazione Cariplo Lodi ruota della cultura, la cui finalità è rendere la città di Lodi un luogo di cultura permanente. L’iniziativa, nata dalla volontà di Laura Pietrantoni, è stata adottata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lodi.