È finalmente disponibile The Hunger Games: Mockingjay - Part 1, la colonna sonora del nuovo episodio della saga campione di incassi Hunger Games diretta da Francis Lawrence. L’uscita è stata anticipata dalla pubblicazione del singolo Yellow Flicker Beat di Lorde, chiamata a curare tutto il progetto. Il brano, accompagnato da un video con oltre 3.5 milioni di visualizzazioni su youtube, ha raggiunto subito la prima posizione della Itunes Chart nella categoria dedicata alle colonne sonore e dopo solo due settimane lo static video ha superato i 4.5 milioni di views.

La colonna sonora, coprodotta da Paul Epworth e Joel Little per l’artwork, è ricca di grandi e uniche collaborazioni incluse quelle tra Stromae, Lorde, Pusha T, Q-Tip e le Haim, i CHVRCHES, Tove Lo, Charli XCX che duetta con Simon Le Bon, Major Lazer insieme ad Ariana Grande,  Raury, Grace Jones, Chemical Brothers insieme a Miguel. A questi grandi nomi si aggiunge quello di Kanye West che ha curato, dietro richiesta di Lorde il remix di Yellow Flicker Beat.

Questa la tracklist completa:
“Meltdown” - Stromae ft. Lorde, Pusha T, Q-Tip & Haim
“Dead Air” - CHVRCHES
“Scream My Name” - Tove Lo
“Kingdom” - Charli XCX ft. Simon Le Bon
“All My Love” – Major Lazer ft. Ariana Grande
“Lost Souls” - Raury
“Yellow Flicker Beat” - Lorde
“The Leap” - Tinashe
“Plan The Escape” (Son Lux Cover) - Bat For Lashes
“Original Beast” - Grace Jones
“Flicker” (Kanye West Rework) - Lorde
“Animal” - XOV
“This Is Not A Game” - The Chemical Brothers ft. Miguel
“Ladder Song” - Lorde

Hunger Games: Il canto della rivolta” (questo il titolo in italiano della pellicola) è stato diretto come i precedenti episodi da Francis Lawrence e vede protagonista la vincitrice di un Oscar Jennifer Lawrence accanto a Josh Hutcherson, Liam Hemsworth e Woody Harrelson. La pellicola è l’ultimo episodio della serie basata sulla trilogia best seller firmata da Suzanne Collins.

Il successo di Lorde non è una questione di opinioni. A testimoniare quanto questa ragazza arrivata solo pochi mesi fa dalla Nuova Zelanda abbia sorpreso e convinto pubblico e critica con il suo primo album Pure Heroine sono i risultati e i premi internazionali ricevuti. Billboard ha scelto lei come la giovane under 21 più influente del 2014 e solo pochi mesi fa il TIME l’ha nominata la teenager più influente al mondo. Ma non è tutto, grazie al suo singolo di debutto Royals (8 milioni di tracce vendute in tutto il mondo, certificato platino in Italia dove ha raggiunto il vertice delle classifiche radio e digitali) ha ottenuto due Grammy Awards (Record of the Year e Best Pop Solo Performance), un Brit Awards come International Female Solo artist e due Billboard Music Awards (Best New Artist e Best Rock Song).