Capelli raccolti a coda e look nature per il 1910. Basta poi una sforbiciata e dare una forma a cuore alle labbra per saltare nel decennio successivo (anni ’20). Mentre le imponenti cotonature ci catapultano direttamente negli anni ’40 e ’50, quando i capelli diventano una scultura da esibire in forme inedite, a cominciare dai Victory Rolls. Con gli anni ’60 si torna ai tagli lunghi, preferibilmente con fila in mezzo e l’immancabile ombretto azzurro. Mentre nei successivi decenni (1980) la vera protagonista diventa la lacca per forgiare code creative e alzare il più possibile la frangia sopra la fronte. Per fortuna che negli anni ’90 tornano di moda stili più semplici: capelli liscissimi, unico vezzo qualche molletta. Una tendenza, questa, che sfocia nel “piastrato” a tutti i costi tipico degli anni zero del nuovo millennio. E arriva poi alle ultime evoluzioni del genere  del 2010, quando ogni acconciatura e make-up ha un solo scopo: il selfie da scattare subito dopo per condividere la propria immagine sui social media.

E’ un lungo viaggio nella moda e nel costume quello che si può ammirare nel video “100 Years of Beauty in 1 Minute” realizzato da Cut.com. A poche settimane dalla pubblicazione, il video è già uno dei più visti in assoluto su YouTube (15 milioni di visualizzazioni). Anche perché il gioco del time-lapse nella bellezza degli ultimi 100 anni regge alla perfezione: ogni decennio ha visto cambiare e, a volte, stravolgere del tutto i canoni di bellezza degli anni precedenti.



Se il video è troppo veloce e volete analizzare meglio i dettagli dei singoli decenni, sulla pagina FB di Cut.com è stato condiviso un composit con tutti i tagli, i make-up e le manie degli ultimi 100 anni.