Trenta giocatori tra i 20 e i 50 anni. Grinta e rabbia da vendere. Un solo obiettivo: vincere il campionato di rugby di serie C. Sono i BISONTI. Segni particolari: detenuti di alta sicurezza
della casa circondariale di Frosinone.
I BISONTI partecipano al campionato di serie C di rugby, giocando ovviamente sempre “in casa” e ogni settimana ospitano sul loro campo, interno all’Istituto, tutte le squadre esterne del girone di cui fanno parte.


Ci sono poche discipline che riescono a unire i valori di appartenenza al gruppo, obbedienza alle regole e rispetto dei ruoli come il rugby.
È uno sport di contatto fisico, spesso molto duro, che educa al controllo dell’esuberanza e al superamento delle insicurezze. Ed è quasi proverbiale la lealtà tra gli avversari, prima e dopo gli incontri.


Ma che succede se a giocare sono individui che la società reputa pericolosi e condannati ad essere rinchiusi in un Istituto di alta sicurezza?
La prospettiva comune è messa in discussione: come possono uomini che hanno commesso delle colpe divenire portabandiera di correttezza?
Come può uno sport a volte brutale rieducare questi ragazzi alla vita e al rispetto del prossimo?


Attraverso lo sguardo della competizione sportiva si snodano le vicende passate e presenti dei componenti della squadra dei BISONTI.
Lo speciale segue i detenuti nei loro allenamenti e nella loro prima partita di campionato sul campo da rugby della casa circondariale di Frosinone , racconta la loro vita all’interno delle mura del carcere e il percorso che hanno compiuto e che stanno compiendo.
La partecipazione emotiva e la caparbietà dei membri della squadra sono fortissime: per molti di loro il rugby rappresenta l’unico momento di “evasione” da un’esistenza sofferta, fatta di spazi ristretti e lunghe attese.


Ma non c’è solo questo: attraverso la competizione sportiva ognuno di loro riesce a vivere l’amicizia, la solidarietà e a dimostrare sostegno e lealtà nei confronti dei compagni di squadra e degli avversari.
I componenti della squadra non negano il proprio passato, ne fanno i conti ogni giorno: dalle vicende personali e dall’esperienza di un torneo di rugby qualcuno di loro potrà trovare la forza di cambiare davvero vita.

E ricorda la replica sabato 31 ottobre alle ore 19.45 sempre su Explora HD (Sky 415).