di Fabrizio Basso

Doveva essere un viaggio immaginifico e così è stato. Ma abbracciato da tanta allegria, da un clima di festa, un good times perché deve essere un buon tempo quello che accompagna gli EMA 2015, che si svolgono a Milano, al Forum di Assago, per l'occasione vestito davvero a festa, con un palco che lo attraversa perché i premi che vengono consegnati meritano una coreografia hollywoodiana. Chi poteva aprire la serata se non Macklemore e Ryan Lewis con Downton? Nessuno poteva dare tanta grinta subito, scaldare un Forum di Assago che da settimane attendeva questo momento. E ad aggiungere adrenalina, appeso a una corda come uno scalatore sospeso su un saracco, c'era Eric Nally a duettare con loro. Poi arrivano i padroni di casa, Ed Sheeran e Ruby Rose che con un lanciafiamme dichiara ufficialmente aperta la serata. La dimensione è onirica, psichedelica anche nei due videowall che si guardano in faccia agli estremi opposti del Forum.

Tre le carte ghiotte degli EMA 2015. Intanto quel diavoletto rosso che si chiama Justin Bieber e si porta a casa cinque premi, sconfiggendo la super rivale Taylor Swift che (non) si è presentata con nove nomination e porta a casa, o meglio qualcuno le porterà, una sola statuetta. Miglior artista europeo è Marco Mengoni: un trionfo atteso ma non scontato perché quando in competizione ci sono i signori d'Oltremanica non si sa mai come va a finire. Infine Andrea Bocelli che trasforma il Forum in un coro immenso con Con te partirò e poi duetta con Tori Kelly.

Ellie Goulding tra guerre stellari e un fiore artico con i petali che si aprono: accompagnata da archi e da un coro possente, l’artista inglese di Hereford incanta il Forum con Love Me Like You Do. In ordine sparso, tra i tanti momenti vissuti, cito Jason De Rulo con Want Me; il premio Best Hip Hop assegnato a Nicki Minaj, conduttrice della scorsa edizione; Bianca Balti, ammaliante, con Tinie Tempah comunicano che il premio Best Video va a Macklemore & Ryan Lewis; l'osannato Justin Bieber che fa impazzire il pubblico con What Do You Mean; i Duran Duran premiati col Video Visionary Award per quanto hanno creato con la loro musica in trentacinque anni di carriera; Tori Kelli che propone successi targati anni Novanta; Ed Sheeran, a telecamere spente, a collegamento chiuso, che lancia al pubblico ogni oggetto che trova, cimeli di una serata che è finita, che resterà nella memoria, che ha dato lustro all'Italia e che tornerà nel 2016, questa a Rotterdam.