di Fabrizio Basso

DeAKids resta il domicilio privilegiato delle grandi serie DreamWorks: dopo Turbo F.A.S.T, Tutti pazzi per Re Julien e Le Avventure del gatto con gli stivali arriva in prima tv e in esclusiva Dinotrux, la serie che unisce dinosauri e macchine. La prime tre puntate andranno in onda martedì 8 dicembre alle ore 9.25 mentre la serie la vedremo dal 21 dicembre tutti i giorni alle ore 10 su DeAKids (Sky, 601) e in simulcast su DeAJunior (Sky, 623). Gli Street Clerks, gruppo che dopo l’esperienza di X Factor è ora resident band nel late night show di Sky Uno E poi c’è Cattelan, ricantano in italiano la sigla della serie e realizzano un divertente videoclip che andrà in onda sempre l’8 dicembre, prima della serie. Li abbiamo intervistati.

Ragazzi come siete entrati nel mondo Dinotrux?
Ci hanno contattato e presentato il progetto: noi dovevamo solo scegliere se accettare o meno, se ci piaceva o meno...e ci piaceva.
Un motivo di...piacere?
Molto rock per il pubblico tanto giovane cui si rivolge.
Come avete lavorato sul brano?
Ci siamo divisi le parti e ci abbiamo aggiunto un po' di controvoci come piace a noi. Il "tema" è arrivato da DreamWorks ed è stato tradotto. Noi ci abbiamo aggiunto la nostra parte cioè voci e arrangiamenti.
C'è anche un video.
Bellissimo: noi in mezzo ai dinosauri.
Vi è venuta voglia di altre operazioni simili?
Sarebbe bellissimo far cantare le Tartarughe Ninja. Noi siamo pure in quattro. Ma in prima battutta vogliamo fare la nostra musica ed E Poi c'è Cattelan.
Certo che avvicinarsi a una serie d'animazione non è facile.
All'inizio ci sentivamo Transformers. Il primo obiettivo è stato empatizzare coi bambini di oggi. Per noi è stato una sorta di amarcord.
Riusciti nell'empatizzazione?
Lo speriamo. Speriamo di avere creato qualcosa di positivo per loro. A noi piace giocare.
Che prevede il vostro futuro immediato?
Fino alle feste abbiamo parecchie serate, soprattutto eventi privati.
Poi?
Stiamo scrivendo. Approfittiamo del tempo libero per collezionare idee per un nuovo disco.
Uscita?
Non lo so, non corriami. Il precedente Fuori ha un anno e la voglia di tornare in studio lievita.
Avrete una idea di tempo.
Prima dell'estate un signolo e poi in autunno...vediamo. Ora la nostra meta è il palco dello Studio 2 di Sky dove a fine gennaio tornerà E poi c'è Cattelan.