Pierpaolo Capovilla, frontman de IL TEATRO DEGLI ORRORI, si presenta al pubblico di Rock TV nel suo classico look total black.
A differenza dell’abbigliamento che potrebbe ingannare per la monocromaticità, Capovilla è in realtà una persona dalle mille sfaccettature: poetico e brutale, come la sua Venezia, che prima ti accarezza con la bellezza e poi ti colpisce al cuore con quel freddo pungente che ti entra fin dentro le ossa.
Così lo è anche l’ultimo omonimo lavoro della band.
Attraverso le canzoni che compongono il quarto album in studio, Capovilla dipinge l’affresco di un’Italia allo sfacelo con disarmante ironia e sarcasmo. Un viaggio nella società italiana affrontato con rabbia viscerale e struggente disincanto: gli effetti nefasti del mito del benessere, il pericolo dell’esclusione sociale, il peso del lavoro nelle “inutili vite” delle persone, l’effetto degli psicofarmaci, il G8 del 2001 a Genova, il conformismo, il valore terapeutico della musica.
Il lavoro, tema da sempre centrale nei testi del Teatro Degli Orrori, è il fil rouge portante.
Pierpaolo, insieme al nuovo innesto Kole Laca, racconta come la band si sia evoluta da quando all’incirca otto anni fa, affacciandosi sulla scena musicale, diede uno scossone alla musica rock italiana dettando nuove regole, nuovi punti di arrivo e nuovi modi di intendere la coesione tra musica e testo.

#ITALIANS DO IT BETTER – IL TEATRO DEGLI ORRORI
dal 28 DICEMBRE al 3 GENNAIO alle 12.30-18.30-00.30 su Rock TV - canale 718