Un quinto leone entra nel branco dei quattro che già sono a guardia del monumento a Nelson nella storica Trafalgar Square. Ingranaggi, molle e lancette sono gli elementi portanti della nuova statua che ha modificato la celebre piazza londinese. Composta dagli elementi presi da oltre cinquecento orologi e alta tre metri, la statua del nuovo leone ha il compito di sensibilizzare l’opinione pubblica sul pericolo di estinzione che minaccia i grandi felini. Gli elementi presi da differenti orologi ricordano che il tempo per salvare questi animali sta per scadere.

Secondo alcune stime, nell’arco di poche decine di anni potremmo assistere all’estinzione di alcune specie di felini. Basti ricordare che il numero di leoni che popolano oggi la Terra è meno del 10 per cento di quelli di un secolo fa. O che nel 1900 c’erano 100mila tigri mentre oggi non si raggiungono i 3500 esemplari.

L’opera è stata presentata da Nat Geo Wild in occasione della Big Cat Initiative, la tradizionale campagna di sensibilizzazione per la salvaguardia dei felini. Come ogni anno, ormai dal 2010, l’iniziativa sbarcherà su Nat Geo Wild (canale 409 di Sky) con il Big Cat Month, un mese di programmazione dedicata al tema a partire dall’1 febbraio, ogni lunedì alle 21. Il primo appuntamento sarà con lo speciale Felini sfida finale, in cui scopriremo, attraverso immagini mozzafiato, le capacità predatorie e i punti di forza di questi animali.

La statua rimarrà a Trafalgar Square per poco tempo poi verrà messa all’asta per raccogliere fondi per la Big Cat Initiative, il fondo solidale nato nel 2009 grazie alla collaborazione tra National Geographic e i documentaristi Beverly e Derek Joubert. In poche ore il nuovo leone di Trafalgar ha riscosso grande successo sui social media raggiugendo quasi quattro milioni di impression su Twitter con gli hashtag #BigCatWeek e #BigCatMonth.