di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


Piccoli Energumi avvistati su Sky Primafila. Hooligan in trasferta? Assolutamente no, nessuna paura...si tratta di Elio e Le Storie Tese che portano, dal 24 giugno, in esclusiva il loro Piccoli Energumeni Tour su Sky Primafila e anche on demand. Quello che vedrete è il concerto che ha inaugurato il tour, quello del 29 aprile aprile in un Forum di Assago che ha registrato il sold out in pochissimo tempo. Noi c'eravamo, e aspettando che voi lo vediate su Sky Primafila, vi raccontiamo un po' delle emozioni che gli Eelst trasmettono. Intanto il Piccoli Energumeni Tour è un concerto-evento che resterà unico per vari motivi: racconta quasi 40 anni di storia del gruppo, sono le ultime date che vedranno sul palco Rocco Tanica, è un viaggio nella storia di una band unica e che orgogliosamente non vanta tentativi di imitazione.

Ragazzi quanto è faticoso questo live?

Molto e la parte più dura sono state le prove, ne abbiamo fatte una quantità assurda.
Rocco Tanica non è presente sempre.
Latita da un triennio, per l'attività live, che comunque prosegue, ha scelto di uscire dagli Eelst. Per i lavori in studio e altre iniziative ci sarà. Dice che il suo fisico non è più compatibile col mondo del rock.
Come cambiano gli equilibri della band?

Nulla si modifica, ha solo un profilo più defilato.
In parole semplici?
E' un Brian Wilson ma senza gli acidi o un Syd Barret vivo.
Il motivo dell'uscita parziale?
Gli impegni televisivi lo hanno portato a insistere su quel versante perché si diverte. Noi siamo sempre pachidermici nella concezione e messa in opera dei dischi. Da quando pensi a una canzone a quando vede la luce variano mille stati d’animo.
Una decisione con una lunga gestazione.

Se ne parlava da un po'. L'arrivo di Jantoman alle tastiere ha dato sicurezza a Rocco e la decisione si è concretizzata.
Su Sky Primafila vedremo un concerto antologico.
E' la prima volta che produciamo tre ore e un quarto di concerto.
Davvero?
Sì. Tranne una volta che ne abbiamo fatto dodici ma con un brano solo.
Scenografie imponenti.

In realtà sono riciclate da altri spettacoli, ci sono pure frammenti della scenografia di Fedez. Da 20 anni non eravamo al Forum, non ci credevamo quando ce lo hanno ricordato. E’ la prima volta che facciamo uno spettacolo così impegnativo.
Mangoni è uno di voi o un rinforzo esterno?
Va vissuto come un parassita, quegli esseri che vivono con te ma non fanno parte di te. Li tolleri. Ti affezioni anche, magari.
Che scaletta ci attende?
Potenzialmente i pezzi erano 100 di cui famosi 50: ne abbiamo scelti 30.
E' una equazione matematica.?
No, è roba da Elii.