L'attesa è terminata. Venerdì 26 settembre verrà pubblicato il primo album di Malika Ayane, dal titolo omonimo. Il disco, prodotto e arrangiato da Ferdinando Arnò, raccoglie dodici brani e vede la partecipazione straordinaria in qualità di autori di Paolo Conte (“Fandango”) che suona anche il kazoo, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro (“Perfetta”) e Pacifico (“Sospesa”, “Contro vento”). Malika è autrice e co-autrice insieme a Ferdinando Arnò in “Briciole” e “Il giardino dei salici”. Ferdinando Arnò è autore in “Someday”, “True Life”, “Feeling Better”, “Blue Bird”, “Moon” e “Soul waver”.

Il disco, un progetto di Caterina Caselli Sugar, si avvale di alcuni importanti nomi dell’ambiente musicale internazionale: Tom Elmhirst (Amy Winehouse, Adele, Lily Allen, Moby, Maroon5 & Mary J. Blige…) che ha missato la maggior parte dei brani, Tony Cousins (Massive Attack, Peter Gabriel, Robbie Williams…), che ha masterizzato l’album ai “Metropolis studios” di Londra, e Vincent Mendoza (Björk, Joni Mitchell…), che ha curato l’arrangiamento dell’orchestra nei brani “Il giardino dei salici” e “Perfetta”. Il singolo di lancio dell’album è “Feeling Better”, in radio dal 29 agosto. Il brano segue il successo radiofonico di “Soul waver” che nella sua versione italiana, “Sospesa”, si avvale della partecipazione di Pacifico. La copertina dell’album, che ritrae Malika sospesa in un contesto immaginario con un abito “surreale” in plastica riciclata, è fortemente rappresentativa del mondo musicale etereo, sensuale e trasognato dell’artista. L’abito è un capo unico, sulla cui base realizzata in tulle sono applicati dei petali in plexiglass. Ogni petalo è creato manualmente con una tecnica a calore che gli conferisce una particolare forma.

Malika Ayane è nata a Milano nel 1984 da padre marocchino e madre italiana. La sua formazione musicale ha inizio al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano dove dal 1995 al 2001 studia violoncello. Nello stesso periodo fa parte dell’ensemble del Coro di Voci Bianche del Teatro Alla Scala in cui, oltre al ruolo di corista, esegue spesso parti solistiche. Nel 2007 l’incontro con Caterina Caselli, con la quale inizia a lavorare al suo primo progetto discografico che vede la luce, appunto, venerdì 26 settembre.