di Fabrizio Basso

L'estate fantastica dei Lost
. Walter, la voce del gruppo, commenta un’estate eccezionale: “Il tour è andato bene, siamo stati a lungo in classifica e poi abbiamo aperto i due concerti italiani dei Tokio Hotel davanti a 40mila persone, prima a Roma e poi a Modena. E’ stato davvero emozionante. Osservare tutta quella gente che cantava le nostre canzoni a memoria…da rimanere senza fiato”. I Lost hanno anche avuto l’opportunità di scambiare qualche parola con i colleghi tedeschi: “Davvero un incontro furtivo, entrambi eravamo pressati da mille scadenze. Sono ragazzi normali che portano avanti un progetto nel quale credono. Una band tedesca che entra nelle classifiche di lingua inglese merita rispetto e un applauso davvero speciale”.

La musica cammina a velocità supersonica e i Lost cavalcano l’onda: “Non vogliamo restare ancorati a schemi fissi, ci piace perlustrare nuovi percorsi musicali. Nel nostro evolvere resta però un punto fisso: far ballare la gente”. La loro euforia è contagiosa. Essere costantemente nelle prime posizioni di TRL, la storica trasmissione di Mtv, col singolo “Standby”, girato in California, li galvanizza. Ma sanno anche restare con i piedi per terra: Walter Fontana, voce, Filippo Spezzapria batteria, Giulio Dalla Stella, chitarra, Luca Donazzan, basso, e  Roberto Visentin, chitarra, sanno che in Italia è difficile vendere: “Le cose vanno bene ed è bello restare così a lungo in classifica. Ma ci vorrebbe una politica musicale diversa. Le radio dovrebbero concedere più spazio alla musica giovane italiana. Passare sempre gli stessi pezzi smorza la creatività. Molti stranieri hanno brani in alta rotazione ma non vendono. Tanti italiani sono centellinati eppure vendono. Diciamo che non sempre c’è un rapporto diretto tra dischi venduti e popolarità”. Tornando a Mtv, i Lost sono grati alla televisione diretta da Antonio Campo Dall’Orto: “I pezzi piacciono, ci sostiene. Siamo particolarmente fieri di avere creato un suono nostro”.

Per il nuovo album bisognerà attendere il 2009. Dopo il successo di “XD”, album d’esordio entrato al 27mo posto delle classifiche italiane e ancora in graduatoria dopo cinque mesi, l’attesa è alta: “Non vogliamo far trascorrere troppo tempo, ma bisognerà ancora pazientare qualche mese. Direi che per la primavera del 2009 potremmo essere nei negozi”. I fan, impazienti, sono però già scatenati su internet alla ricerca di anticipazioni. Con la “rete” i Lost hanno un rapporto controverso: “In Italia siamo ancora lontani dallo sfruttarne le potenzialità. Purtroppo viene usato per lo più per scaricare. Personalmente spero che il cd abbia ancora vita lunga e applaudo al ritorno del vinile”.