Si chiama Music Across e per tre giorni, da venerdì 12 a domenica 14 settembre trasforma Milano nella capitale multi-culturale della musica. Un incrocio di generi e culture. O più semplicemente di pensieri. Che daranno vita a una serie di concerti che porteranno sui palchi disseminati per Milano 35 artisti provenienti da 14 paesi europei, I templi di Music Across saranno il Rolling Stones, i Magazzini Generali, La Casa 139 e La salumeria della Musica.

Tre le linee guida di Music Across, che ha tra i sostenitori Caterina "Sugar" Caselli. La prima è "Indeepandance" ed è una installazione di arti visive, musica, poesia, danza e architettura. "LiveAcross" è l'incontro di 35 esponenti della nuova musica indipendente. Infine c'è "Contemporanea" che offre un particolare tipo di incontro: rilegge la musica antica con gli occhi del tempo presente; ci sarà un omaggio a Berio da parte dell'Ensemble Ictus di Bruxelles mentre l'Ensemble da Camera dell'Accademia del Teatro della Scala di Milano reinterpretrà brani del Cinquecento e del Seicento.

Ecco alcuni degli appuntamenti musicali da non perdere per essere all'avanguardia. Venerdì 12 alla Casa 139 c'è il pop-rock femminile con Rumorerosa, testi corrosivi e sonorità grintose, Marie Modiano, un folk speciale, e Coralie Clement, un talento d'Oltralpe. Sabato 13 al Rolling Stones una calda serata heavy metal mentre alla Casa 139 oltre al portoghese Paolo Praca ci saranno i Rezophonic di Mario Riso che suonano per portare pozzi d'acqua in Africa, nel Kijado, tra Kenia e Tanzania. Domenica 14 al Rolling Stones suona uno dei più bei talenti nostrani, il romano The Niro. Alla Salumeria della Musica si esibisce una triade countri-folk, capitanata dalle sonorità brit di Joycut.

Orari, programma e prezzi (10 euro a serata) sui siti www.liveacross.it e www.musicacross.it.