Bob Dylan, uno dei compositori, musicisti e interpreti più amati e rispettati di ogni tempo, con un patrimonio di oltre 110 milioni di dischi venduti e 45 album pubblicati, è uscito con un nuovo lavoro, "Tell Tale Signs", ottavo capitolo dell’acclamata Bootleg Series, inaugurata nel 1991 e accompagnata da un grande successo di pubblico e di critica. L'album raccoglie materiale di straordinario valore artistico: registrazioni in studio e dal vivo assolutamente inedite, demo esclusivi, canzoni di eccezionale rarità e tratte da colonne sonore, versioni alternative di brani recuperate dalle sessioni che hanno dato vita agli albums Time Out Of Mind, Love And Theft, Modern Times e Oh Mercy

"Tell Tale Signs" è disponibile in tre formati. Un doppio cd che contiene 27 brani e un libretto con immagini fotografiche rare e ampie note di commento per ciascuna registrazione; un cofanetto deluxe in edizione limitata con triplo cd che, oltre a riproporre i contenuti del doppio cd, contiene un esclusivo bonus disc con 12 brani aggiuntivi, autentiche rarità mai pubblicate prima d’ora e un libro in edizione rilegata che illustra i progetti grafici dei singoli di Bob Dylan. Infine la raccolta viene distribuita anche nell’esclusiva veste di 4 LP in edizione limitata stampati su vinile.

Tra i brani inediti di Tell Tale Signs: "Red River Shore", "Dreamin' of You" e "Marchin' To The City" dalle sessioni di Time Out Of Mind, unitamente a "I Can't Escape From You", "Duncan & Brady", "Miss The Mississippi" e "32-20 Blues", la primissima pubblicazione di Dylan di un brano di Robert Johnson. "Tell Tale Signs" contiene anche registrazioni di Bob Dylan create per le colonne sonore di colossi cinematografici come "Lucky You" ("Huck's Tune"), "Gods & Generals" ("'Cross The Green Mountain") e "North Country" (una versione alternativa di "Tell Ol' Bill"). Per rifinire Tell Tale Signs è stata aggiunta una selezione di indimenticabili performance dal vivo. Tra queste "Girl From The Greenbriar Shore" del 1991 e una sublime interpretazione di "High Water (for Charley Patton)" da Niagara del 2003.