di Barbara Ferrara

La loro musica è un mix di punk, pop e rock, arrivano da Liverpool e si fanno notare fin dal debutto, look glam anni Ottanta e propensione a risse di ogni genere. I bad boys inglesi si fanno conoscere sull’onda di quello che è stato definito il loro motto: “drink fight & fuck” ma l’antifona è cambiata.
Donny Tourette il cantante dichiara che lo slogan è solo un’invenzione pubblicitaria, detto questo aggiunge che “le risse ci sono sempre piaciute e le droghe pure”.

I cattivi ragazzi mettono la testa a posto, tornano nuovi e cambiano sound. ”All’inizio nella nostra musica c’era molta rabbia e frustrazione, noi stessi pensavamo molto di più a far casino. Oggi siamo diversi, ci divertiamo e il nuovo album è molto più positivo, proprio come noi”.
E a guardarli di persona, sono meno scalmanati di quanto siano stati definiti.
Da dove traggono l’ispirazione? “Dipende, alcune volte da party ben riusciti,
il single Naked On The Dance Floor è il racconto di una ragazza che balla senza freni e finisce nuda sul pavimento, uno spettacolo fantastico”

Tasso alcolico a parte, i Towers si divertono con poco, durante il loro tempo libero giocano a football, scommettono ai cavalli, cucinano e ballano salsa. Più casti di così si muore.