di Fabrizio Basso

Conquistata la Germania ora parte alla conquista dell'Italia. Nevio Passaro, nato nel 1980 a Bad Windsheim da padre italiano, dopo avere "costretto" i tedeschi a cantare in italiano, ora vuole far cantare in italiano gli...italiani. Uscirà nel nostro paese "Due": l'album è stato snellito rispetto alla versione "nordica" e contiene un duetto fatto con Giorgia: "Le mie canzoni -racconta- sono vita vissuta. Canto quello che ho fatto. Mi sento un piccolo ambasciatore della canzone italiana in Germania". Tra i brani dell'album c'è "Gli Ultimi brividi", cantato con Giorgia: "E' stato il produttore Nicolò Fragile a stabilire il contatto. E sapere che Giorgia ha accettato per motivi artistici è stato per me grande motivo d'orgoglio. Ci siamo visti e abbiamo lavorato insieme. Diciamo che si può parlare di aiuto reciproco: lei mi aiuta a farmi conoscere sul mercato italiano, io le apro una porta per la Germania".

Oltre all'imminente promozione di "Due", Nevio è concentarto sul tour: "Spero di esibirmi in Italia. E poi punto a Sanremo. Ho fatto delle proposte al Festival, vediamo che succede". Controverso il suo rapporto con internet: "E' il target che fa la differenza. Ci sono persone maniache dell'artwork e quindi vogliono l'originale. A livello musicale dico che un file mp3 non sempre rende giustizia alla musica: magari un artista spende un sacco di soldi per una sezione di archi e poi si perde". Le perplessità scendono quando parla del suo sito: "Curo i contenuti, scrivo sul blog, ho un diario che aggiorno costantemente. E anche le foto sono fresche". Infine Nevio ci regala un consiglio: "Vi passo un nome: Herbert Gronemeyer, è bravissimo, ha un bel linguaggio, è il Vasco Rossi tedesco!".