di Marco Agustoni

In questi anni di inesorabile digitalizzazione, in cui il supporto fonografico si fa sempre più obsoleto e le imponenti copertine dei vinili sembrano ormai un ricordo lontano, la rilevanza dell’illustrazione all’interno del rock si sta via via sminuendo. Ma la tradizione artistica e artigiana del realizzare copertine di dischi, poster e locandine di concerti è ancora viva, e a tenerla in salute ci pensano artisti come i Malleus, che pur venendo da un paese che non ha una grande tradizione rock, l’Italia, hanno ottenuto nel tempo riconoscimenti a livello internazionale, diventando una delle realtà di spicco all’interno della Poster Art mondiale.

L’attività del trio è cominciata unendo la passione per il disegno con quella per la musica. Il resto è venuto da sé, con anni di pratica e di applicazione e con la cura per il proprio lavoro dalla fase di ideazione fino a quella di concreta realizzazione. Le serigrafie stampate a mano dei Malleus hanno conquistato i grandi nomi del rock (e non solo del rock) internazionale, dai Cure a Iggy Pop, da Mark Lanegan ai Chemical Brothers, dai Melvins ai Deftones. Senza per questo perdere d’occhio l’underground. L’opera del trio è ora raccolta nel volume The Hammer of God, uscito a settembre.

Dal disegnare musica i Malleus sono poi passati da un paio di anni a questa parte a fare musica, fondando l’etichetta discografica indipendente Supernatural Cat, che produce i dischi di gruppi underground come gli Ufomammut o i Morkobot. Ovviamente, i tre ragazzi hanno messo la propria arte al servizio dei loro “protetti”, realizzando copertine e booklet degli album con cura estrema, in modo da rendere nuovamente il disco un oggetto di pregio. Proprio come ai tempi del vinile.

Guarda la gallery con le opere dei Malleus