di Fabrizio Basso

Sogno di una notte di mezzo inverno. Ci regala questo Loreena McKennitt, la cantante e polistrumentista nata in Canada e considerata una icona della musica celtica. Ha da poco pubblicato A Midwinter Night’s Dream, album che contiene otto inediti e cinque pezzi già ascoltati ma completamente riarrangiati: “Erano brani pronti da tempo, risalgono addirittura al 1995. Quando, negli studi di Peter Grabriel, ho iniziato a pensare al nuovo album ho subito realizzato che, con qualche ritocco, erano perfetti. Anche perché A Midwinter Night’s Dream ha come caratteristica arrangiamenti semplici”.

Ciò che conta per questa signora che ha appena superato i 50 anni è la sensibilità: quella che lei possiede è tanta, ed è un gran dono di natura che Loreena innesta nella sua musica e trasmette ai fan. Le piace scoprire le musiche regionali: “Non amo le sonorità commerciali. E neanche investire su grandi progetti. Nel mio percorso formativo manca l’india: la conosco poco ma so che ha tante diversità musicali. Poi mi affascina la musica di natale scandinava. Sarebbe bellissimo andare a proporla in qualche chiesa. E che dire del Fado? Lo adoro ma di certo non sarà materia del prossimo album. Resta il fatto che bisogna approfondire sempre le musiche locali”. In effetti fa specie sapere di una artista canadese che è considerata l’icona della musica celtica: “Ero piccola quando ho conosciuto la musica irlandese. Mi ha ispirato. Oltre a essere un viaggio musicale è un viaggio culturale. E’ stato sorprendente vedere che la gente mi seguiva. Ora vorrei dedicarmi alla musica mongola, che occupa buona parte del mio i-pod insieme alle mie canzoni ognuna presente in più versioni”.

Il rapporto di Loreena Mckennitt con internet è discontinuo: “Sono nata in una stagione in cui la rete era neanche una parola. Ora la frequento, seppure in maniera basica. Ma ne capisco le potenzialità e quindi so che le nuove generazioni la vivono come una seconda casa. Ecco perché, in accordo con la mia casa discografica, stiamo lavorando a programmi download che agevolino l’acquisto. Resta un universo che mi affascina”. Ora però è tempo di suonare. Il suo A Midwinter Night’s Dream sta riscuotendo buoni consensi e quindi cresce la curiosità di ascoltarla dal vivo: “Ne riparliamo più avanti, ora ho voglia di riposare”.

Loreena Mckennitt in Arthas destiny