Negli Stati Uniti ormai è ufficiale: la vendita di musica digitale ha superato quella di supporti fonografici. Un segnale forte di questo storico avvenimento arriva dalla Atlantic Records, prima casa discografica a guadagnare più dagli mp3 che dai tradizionali cd. Realtà come l’iTunes Store, dopo gli esordi incerti, costituiscono ormai alternative affermate ai normali negozi di musica.

L’incremento di vendite di musica digitale (+30% per gli album e +28% per i singoli negli USA nel 2008) non è riuscito finora a far uscire la discografia dalla crisi di questi anni, acuita negli ultimi mesi dalle difficoltà affronatate dai mercati globali. Tuttavia, il periodo natalizio potrebbe costituire una boccata di ossigeno. I venditori si sono organizzati e adesso, oltre ai tradizionali cd, anche gli album in formato mp3 sono diventati un regalo di Natale: siti come il già citato iTunes permettono di acquistare canzoni da regalare ad amici e parenti, scaricabili seguendo un semplice link.

E l’Italia? Secondo un recente rapporto sullo stato di salute della discografia italiana, la vendita di supporti musicali nel nostro Paese è in netto calo (-19%) e il lieve aumento delle vendite di file musicali (+1%) non è ancora lontanamente sufficiente a colmare questa lacuna. Ma si tratterebbe, secondo il parere di molti, di un primo, tenue segnale dell’inizio della rivoluzione digitale in musica anche in Italia.

Tornando alle vendite a livello mondiale, iTunes costituisce di certo il caso più eclatante. Ma tanti, validi competitors si stanno affacciando sul mercato. Ne è un esempio Beatport, portale specializzato nella vendita di musica dance oriented, che fa della sua specializzazione una forza: negli anni del web, focalizzarsi su singole nicchie di consumatori è una scelta che paga. E in molti, da Dada a MySpace, si stanno organizzando per avere la propria fetta di torta (senza contare esperimenti rivoluzionari come Sellaband): la lotta per la conquista del mercato digitale è appena iniziata.



She's a Knockout di Daniel Ward-Murphy, artista che ha pubblicato il proprio disco d'esordio tramite lo sperimentale sito Sellaband.com