Non sono certo di quelli che si tengono la loro musica ben stretta solo per sé, i Franz Ferdinand. Anzi, tutt’altro. Di pari passo con l’uscita del nuovo disco, la band scozzese esplosa nel 2004 con un album omonimo ha messo su MySpace tutti quanti i brani di Tonight: Franz Ferdinand. Ma già nei mesi precedenti Alex Kapranos e soci si erano lasciati indietro indizi della loro ultima fatica, ad esempio quando ancora ad agosto avevano dato in pasto ai fan sul proprio sito uno dei brani dell’album, Lucid Dreams.

Tonight: Franz Ferdinand
è il terzo album del gruppo e mantiene, rispetto al passato, uno stile piuttosto riconoscibile. Tra riff di chitarra coinvolgenti e ritmi danzerecci, i Franz Ferdinand rimangono legati a quel rock ballabile che li ha da subito contraddistinti (vedi il primo singolo, Ulysses), aprendosi però a influenze di stampo differente, dall’elettronica (basti ascoltare Live Alone o Can’t Stop the Feeling) fino – come essi stessi tengono a sottolineare – alle sonorità dub giamaicane (evidenti in Dream Again). Il tutto mescolato in un disco a tema che narra, in sostanza, di una notte brava, dall’entusiasmo iniziale fino allo stordimento mattutino. Ovviamente, varrà la pena di ascoltare dal vivo i racconti di scorribande notturne dei Franz Ferdinand: il 29 marzo all’Estragon di Bologna e il 30 all’Alcatraz di Milano.


Il video di Ulysses