di Fabrizio Basso

Come il vecchio intervallo della vecchia Rai, gli Ariadineve hanno attraversato l’estate 2008 con D'estate, un brano allegro e giocoso, il cui video è un collage animato di vecchie fotografie: "Alcune arrivano direttamente dagli anni Cinquanta –racconta la cantante Eleonora Tosca- altre sono più recenti, poi ci sono quelle con i saluti tipiche degli anni Ottanta. Quel singolo è stato un piccolo hit, non eravamo preparati a una simile ondata di popolarità". In questi ultimi mesi la vita di Ariadineve è mutata radicalmente. A partire dall’album appena uscito, Buone Vacanze, che si avvale della produzione di Paolo Benvegnù, ex Scisma, e Lele Battista, ex la Sintesi, e che nel singolo Lo Specchio ospita Mauro Ermanno Giovanardi, voce dei La Crus, per un duetto con Tosca davvero speciale: "Sono cresciuta ascoltando i La Crus e avevo voglia di una voce maschile con la quale dividere il pezzo. E quella di Giovanardi è una voce perfettamente calda". Oltre a Eleonora Tosca, Ariadineve sono Fabio D’Amico, Stefano Campanili, Maurizio Fusco e Luca Damonte. Stanno girando l'Italia per raccontare il piccolo miracolo di cui sono protagonisti: "Anche nelle presentazioni non ci limitiamo alla chiacchiera. cantiamo anche. Abbiamo riarrangiato tutti i pezzi in versione acustica –precisa Tosca- come si suole dire gli abbiamo fatta barba e capelli. Questo album è il risultato di anni di lavoro. Con Fabio D’amico collaboriamo da sei anni. Il nostro è un progetto inscindibile e in crescita". Ma non quanto basta per far sì che si dedichino solo alla musica: "L’Italia è un luogo difficile. Speriamo un giorno di campare di musica, ma al momento non ci riusciamo. C’è tanto movimento intorno a noi, speriamo che porti risultati importanti e concreti". Nell’attesa Eleonora continua a studiare veterinaria: mancano una decina di esami alla laurea. Poter contare su Paolo Benvegnù è un valore aggiunto non indifferente: "Coglie sempre l’essenza dei gruppi che produce. Il pop non è casa sua, ma riesce comunque a tirare fuori ed esaltare la bellezza compositiva della band". Il resto è tutta arte, l’arte di Ariadineve.

Ariadineve in "D'Estate"


Ariadineve in "Lo Specchio"