Sembra passato tanto tempo dal 2006, anno in cui Gaia Riva si proponeva sulla scena musicale italiana con One, un piccolo grande successo che si è fatto strada nelle classifiche di vendita e che è stato utilizzato come colonna sonora nella campagna pubblicitaria della Lancia Phedra. Un ottimo risultato, decretato da quella parte di pubblico che è attenta e sa  capire dove c’è vero talento. Lo stesso pubblico che ha accompagnato Gaia nel suo percorso artistico, non sempre facilissimo, fino all’uscita dell’album, dal titolo Frantic. Gaia è riapparsa lo scorso autunno con l'EP Come and See, assaggio del lavoro nel quale l’artista e i suoi produttori erano impegnati da mesi. A settembre si era ancora lontani dal prodotto finito: c’erano diversi brani nati di recente ancora da registrare perchè "non possiamo lasciarli fuori", arrangiamenti e suoni da perfezionare, idee appena nate da "inserire assolutamente", ritocchi, modifiche, a volte drastici cambi di direzione…il clima era quello di un forte lavoro di squadra alla ricerca del risultato giusto. L’EP era un modo di ricominciare a esserci dopo due anni di assenza e il nocciolo intorno a cui l’album prendeva forma e si modellava. A gennaio, quando Frantic viene consegnato alla Oyez!, tutti sono soddisfatti. Con la produzione artistica di Andrea Noto, supportato dalla grande esperienza di  Marco Guarnerio e da Emilio Rossi, il mago della voce, Frantic ha tutto quello che ad un album di debutto oggi si chiede: suoni puliti e incisivi, testi che lasciano il segno, una varietà di generi che spazia dalla ballad al rock anche teso, con in più la voce unica e bellissima di Gaia. Molti si domandano perchè Gaia abbia scelto (quasi sempre) l’inglese per le sue canzoni. "L’inglese è la lingua del rock. E' più musicale e adatta ad essere plasmata su una melodia, per metrica e per struttura…anche se a volte sento il bisogno di sfruttare la mia lingua, come in Sono Da Te o Tempo Perso, e non escludo un futuro in Italiano". Musicalmente si fa fatica a etichettare Gaia Riva. In questi anni di lavoro, grazie anche all’importantissima partnership artistica con Andrea Noto e a esperienze con produttori italiani e inglesi, Gaia ha sviluppato un suo genere, attuale e particolare. Isolated, il singolo tratto da Frantic pubblicato da Oyez! in digitale il 6 Febbraio 2009, ha proprio lo scopo di dimostrare come sia possibile la fusione di un genere melodico con il rock contemporaneo. Il video clip che lo accompagna, prodotto in collaborazione con GrouchoFilm in pellicola 35 mm, è sobrio, elegante e giocato sull’opposizione  colore/bianco e nero in un’alternanza di immagini in cui i due mondi si compenetrano sempre più in un crescendo sensuale, proprio come il pezzo che lo ha ispirato.

Gaia Riva in Isolated